Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Buongiorno di Cuneo24

Pubblicato “Il Piccolo Principe”, 75 anni fa, un volume considerato tra i più celebri del XX secolo, per alcuni secondo soltanto alla Bibbia come numero di lettori. Resta attualmente uno dei libri più venduti, con una media di circa 1-2 milioni di copie all'anno soltanto in Italia

Cuneo. Il sole è sorto alle 6:58 e tramonta alle 20:05. Durata del giorno tredici ore e sette minuti.

Santi del giorno
San Pietro da Verona, martire, è il protettore dei domenicani e degli inquisitori, dei calzolai, dei commercianti di tessuti e dei fabbricanti di birra.
San Filarete di Calabria.
San Prudenzio di Troyes, vescovo.

Avvenimenti
1874 – Milano, durante un congresso medico viene stabilito di chiedere al Parlamento la possibilità di cremare i defunti.
1943 – Pubblicato “Il Piccolo Principe”: “Non si vede bene che col cuore, l’essenziale è invisibile agli occhi“. Da questo popolare passo si ricava il fascino universale di un volume considerato tra i più celebri del XX secolo, per alcuni secondo soltanto alla Bibbia come numero di lettori. Antoine de Saint-Exupéry, l’autore, era un personaggio di grande estro, che esprimeva nei suoi scritti e nelle invenzioni tecniche legate all’attività di aviatore, tra cui un dispositivo per l’atterraggio di aerei. A ciò si univa una sensibilità malinconica, accentuata dalla solitudine che soffrì sia nella separazione dagli affetti familiari, sia nel fallimento del suo matrimonio. Si narra di un minuscolo ragazzo, dai capelli color oro e vestito come un principe, giunto dall’asteroide B612, dove vive da solo e in compagnia di una rosa vanitosa, di cui si prende cura. Nel suo peregrinare per lo spazio in cerca di nuovi amici, racconta a uno stupito interlocutore tutte le sue avventure con curiosi personaggi, conosciuti nei diversi pianeti che ha visitato: dal vecchio Re solitario che si crede onnipotente, all’uomo d’affari che conta le stelle illudendosi che esse gli appartengano. Tradotto in 220 lingue e venduto in oltre 140 milioni di copie, negli anni ispirò fumetti, cartoni animati e opere teatrali. Resta attualmente uno dei libri più venduti, con una media di circa 1-2 milioni di copie all’anno soltanto in Italia.
1980 – In commercio i post-it. Un promemoria prezioso, una trovata geniale, un messaggio originale, un appunto di un libro. Tutto ciò esprime quel quadratino (la forma più diffusa), prevalentemente, di colore giallo che va sotto il nome di “post-it” e che popola scrivanie, pc e bacheche di uffici, scuole e abitazioni.
2009 – Terremoto dell’Aquila. Alle 3:32 di lunedì 6 aprile del 2009 si aprì una profonda ferita nel cuore geografico dell’Italia e nella memoria collettiva, che a distanza di anni dal disastro è ben lungi dal rimarginarsi. Preceduta da uno sciame sismico registrato a partire dal 14 dicembre 2008, la scossa di quella tragica notte toccò i 6,3 gradi di magnitudo, radendo al suolo gran parte del centro storico del capoluogo abruzzese e delle frazioni di Onna, Paganica e Tempera. Pesantissimo il bilancio umano: 309 vittime e 1.178 feriti, oltre a 65mila sfollati. Avvertito principalmente in Abruzzo e in misura minore nel Lazio e nelle Marche, il sisma dell’Aquila è risultato, per numero di vittime e danni materiali (oltre 10 miliardi di euro), il 5º terremoto più distruttivo in Italia in epoca contemporanea.

Nati in questo giorno
Maurizio Damilano – Nato a Scarnafigi (CN), è un ex atleta, campione olimpico di marcia a Mosca 1980 e due volte campione mondiale nella 20 km a Roma nel 1987 e a Tokyo nel 1991. Dal 1992 è suo il primato mondiale sui 30 km di marcia in pista, stabilito a Cuneo. Compie oggi 62 anni.
Fred Bongusto – È il cantante da night per eccellenza della musica italiana, sulla cresta dell’onda tra gli anni Sessanta e Settanta. Festeggia oggi 84 anni.

Eventi sportivi
1896 – È sicuramente l’evento sportivo internazionale più importante dell’inizio del XX secolo. In Grecia, ad Atene, dal 6 al 15 aprile 1896 si svolgono i primi Giochi Olimpici dell’era moderna, grazie all’impegno del barone Pierre de Coubertin. I giochi sono stati decisi in occasione del primo congresso olimpico del 23 giugno 1894 a Parigi, che ha attivato anche il Comitato Olimpico Internazionale (CIO). Le competizioni ad Atene 1896 sono 43 in nove sport diversi, con la partecipazione di 241 atleti provenienti da solo quattordici nazioni. Lo stadio Panathinaiko di Atene è anche la location delle cerimonie di apertura e chiusura. Solo nel 2004 la bandiera con i cinque cerchi tornerà a sventolare in Grecia per i XXVIII Giochi Olimpici.

Proverbio/Citazione
D’aprile ogni goccia un barile.
“Essere romantici è come leggere la vita con un tipo di lente particolare, io questa lente la uso sempre anche quando non canto.” Fred Bongusto