Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cervere, c’è l’ok esecutivo alla “nuova” scuola elementare Vernassa

La Giunta comunale approva in via finale il progetto da 680.000 euro blindati da un decreto firmato a Roma

Più informazioni su

Cervere. Un bel regalo per l’avvio del nuovo anno didattico per alunni e insegnanti delle Elementari.

La Giunta comunale, ricevuta da Torino la notizia dell’attesissimo nulla osta con cui il Ministero dell’Istruzione ha autorizzato la Regione Piemonte a stipulare lo specifico mutuo, ha approvato in via definitiva il progetto per l’ammodernamento della scuola Primaria “Fratelli Vernassa”. Si tratta di interventi che ammontano a complessivi 680.000 euro tra adeguamento antisismico e riqualificazione energetica dell’immobile pubblico.

Gli elaborati tecnici, redatti dall’ingegner Fabio Fina, preludono pertanto all’affidamento dei lavori che sarà deciso secondo le norme della procedura negoziata.
La gara verrà indetta e svolta in attesa che la Regione provveda a contrarre il mutuo per la spesa di investimento con cui si darà copertura al contributo dello Stato.
“Ringrazio, a nome del Comune, il Ministero della Pubblica Istruzione e la Regione che hanno dimostrato, nelle varie tappe di questo iter molto articolato, celerità e collaborazione interistituzionale – commenta il Sindaco Corrado Marchisio – Per quanto di propria competenza, nella stesura e nell’approvazione del progetto in sé, il Municipio di Cervere, con il lavoro puntuale dei propri Uffici e dei Tecnici incaricati, si è sempre fatto trovare preparato a cogliere – dopo il successo della nuova Palestra inaugurata nel 2018 – anche questa opportunità, importantissima per il futuro del sistema educativo cittadino e per offrire ai propri ragazzi un luogo sicuro e fruibile dove apprendere.

Siamo felici che sia stato possibile assumere questa decisione prima della conclusione del nostro mandato, in maniera che la procedura faccia il proprio corso e si possa tradurre in un bel regalo per famiglie, studenti, insegnanti e personale per il prossimo anno scolastico”.

Più informazioni su