Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovi treni per il Piemonte. Balocco: “Cambieranno in meglio il nostro modo di viaggiare”

Saranno prodotti da Alstom e Hitachi

Cuneo. Il Piemonte si prepara per l’arrivo di 21 nuovi treni da destinare a Trenitalia attraverso un investimento da 38 milioni di euro. A renderlo noto è l’assessore a Infrastrutture e Trasporti Francesco Balocco. 

“Il contratto ponte siglato tra Regione Piemonte e Trenitalia prevede l’acquisto di 15 nuovi treni prodotti interamente nello stabilimento di Savigliano. Altri 6 treni saranno acquistati con fondi Fscdi competenza regionale a copertura delle tratte locali” ha dichiarato l’assessore.

Nonostante sul territorio nazionale la maxi commessa riguardi in particolare i nuovi Pop e Jazz di Alstom e Rock di Hitachi, la Regione punta più che altro (e con certezza) sul primo lotto di treni Pop, composto da 15 convogli, mentre i rimanenti potrebbero non per forza essere tutti Rock, bensì anche mezzi diesel.

I nuovi mezzi cambieranno in meglio il nostro modo di viaggiare – continua Balocco –  Ulteriori significativi rinnovi del materiale rotabile nell’arco dei prossimi 15 anni, avverranno tramite gli affidamenti dell’SFM (con la procedura del confronto competitivo) e del sistema dei Regionali Veloci, procedure che si concluderanno entro la fine dell’anno, portando alla sostituzione di oltre il 50% della flotta attualmente circolante”.

I nuovi treni in arrivo saranno la rivoluzione del trasporto ferroviario nazionale per via delle loro caratteristiche innovative sia dal punto di vista “Green”, che quello logistico. Il nuovo treno Pop, sarà la versione 2.0 degli attuali Jazz, infatti, consumerà il 30% in meno rispetto al suo predecessore. Sarà dotato di Wifi, impianto di videosorveglianza e prese di corrente a 220v per pc e cellulari.

Rock è il nuovo treno che Hitachi Rail ha sviluppato per Trenitalia sulla base dell’Accordo Quadro, siglato il 3 agosto 2016, che prevede la fornitura fino a 300 convogli EMU Alta capacità, in composizione 4, 5 e 6 casse, destinati al servizio regionale, per un importo complessivo di circa 3 miliardi di euro. Rock è un prodotto che segna una significativa e importante evoluzione (tecnologia, prestazioni e comfort), rispetto ai rotabili doppio piano ad alta capacità oggi in servizio in Italia. Un nuovo concetto di treno per i pendolari soprattutto dal punto di vista dell’affidabilità e delle prestazioni tra cui un’accelerazione paragonabile a quella di una metropolitana. Anche su questo treno, a bordo sarà a disposizione dei viaggiatori la rete WiFi, prese di corrente a 220v, schermi a led informativi e sistema di videosorveglianza.

“Un investimento di oltre 38 milioni di euro, un impegno senza precedenti nella nostra Regione, finalizzato al miglioramento dell’affidabilità del materiale rotabile e del comfort di viaggio per gli utenti”, ha spiegato l’assessore.

Secondo fonti accreditate della Regione, sulla nuova commessa si potrebbe puntare anche all’acquisto di materiale a diesel vista la presenza di numerose linee in tutto il Piemonte prive di elettrificazione, come nel cuneese:

  • Linea Ceva-Ormea (per ora utilizzata solo con finalità turistica)
  • Linea Cuneo-Mondovì (traffico sospeso)
  • Cuneo-Ventimiglia/Nizza (elettrificata solo tra le stazioni di Cuneo e Limone Piemonte).