Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Logopedista e psicologa del C.A.S.A. di Mondovì docenti di comunicazione e autismo in Basilicata foto

Le dottoresse Elena Danna e Nazarena Turco hanno relazionato al numeroso e qualificato pubblico sull'importanza della comunicazione nei soggetti con autismo

Mondovì. Che il C.A.S.A. (Centro per l’Autismo e la Sindrome di Asperger) rappresenti un’eccellenza sanitaria di cui il nostro territorio deve andare orgoglioso è cosa risaputa. La qualità dell’attività svolta dal centro diretto dal dottor Giuseppe Maurizio Arduino (uno degli esperti chiamati a scrivere le nuove linee guida nazionali sulla diagnosi e in trattamento di bambini e adolescenti con disturbi dello spettro autistico) è infatti sotto gli occhi di tutte le famiglie che vengono seguite e di tutti coloro che vi hanno a che fare. Ne è testimonianza, tra le altre cose, il fatto che spesso giungano al C.A.S.A. richieste di presa in carico di pazienti e famiglie anche da località particolarmente lontane dal capoluogo monregalese.

A confermare ulteriormente la bontà del lavoro svolto dal centro monregalese la scelta della Federazione Italiana Logopedisti – Basilicata che ha conferito a due “terapiste” del C.A.S.A. il ruolo di docenti di un evento formativo organizzato a Potenza in occasione della Giornata Europea della Logopedia, il cui tema quest’anno era “L’autismo non esclude – Comunicare è possibile”.

Così, sabato 9 e domenica 10 marzo nel capoluogo lucano, la logopedista Elena Danna e la psicologa Nazarena Turco hanno relazionato sul tema “Peculiarità dello sviluppo comunicativo verbale e non verbale nel bambino autistico: l’intervento integrato in età prescolare e scolare” di fronte ad un folto pubblico di logopedisti, educatori professionali, tnpee, psicologi e neuropsichiatri infantili.

“Nel disturbo dello spettro autistico, migliorare la comunicazione e lo sviluppo del linguaggio verbale sono una priorità fra le richieste portate dalle famiglie – dichiarano congiuntamente a Cuneo24 le dottoresse Danna e Turco. – Dal nostro punto di vista è fondamentale supportare tutti i bambini nello sviluppo di un sistema comunicativo efficace, siano essi verbali che non verbali, poiché esso contribuisce a ridurre i comportamenti problema ed aumenta le competenze relazionali dei bambini nei diversi contesti di vita. Riteniamo significativo che quest’anno la Giornata Europea della Logopedia sia stata incentrata su questo argomento: nello sviluppo comunicativo del bambino con disturbo dello spettro autistico, il ruolo del logopedista è di fondamentale importanza e necessita di una formazione specifica, data le peculiarità di questi bambini. Ringraziamo quindi la FLI – Basilicata per averci dato la possibilità di condividere la nostra esperienza in un confronto attivo e arricchente”.

 

(nella fotografia in alto, da sinistra: Elena Danna e Nazarena Turco)