Quantcast

Gribaudo: “I 5 Stelle a Cuneo hanno la sindrome di Stoccolma?”

"Costretti a rinunciare a tutti i loro principi, dall’immunità parlamentare per il caso Diciotti ai 49 milioni rubati dalla Lega, dallo sdoganamento del razzismo alle pistole libere della legittima difesa, ora addirittura festeggiano se il Ministro dell’interno rivolge loro una parola dolce"

“I 5 Stelle a Cuneo hanno la sindrome di Stoccolma?” E’ quanto si chiede, in un post su facebook pubblicato pochi minuti fa, la deputata cuneese Chiara Gribaudo (Partito Democratico).

“È davvero incredibile – scrive l’onorevole Dem – leggere le dichiarazioni degli esponenti 5 Stelle della Granda, giubilanti perché Matteo Salvini ha parlato bene di Toninelli in uno dei suoi mille post o video giornalieri. Si vede che è talmente bassa la credibilità del Ministro delle infrastrutture bloccate, e talmente critica la situazione locale per aver fermato l’Asti-Cuneo, che anche mezza parola del leader della Lega viene presa come una benedizione”.

“O forse – prosegue la Gribaudo – i 5 Stelle si sono ammalati della sindrome di Stoccolma per Matteo Salvini? Costretti a rinunciare a tutti i loro principi, dall’immunità parlamentare per il caso Diciotti ai 49 milioni rubati dalla Lega, dallo sdoganamento del razzismo alle pistole libere della legittima difesa, ora addirittura festeggiano se il Ministro dell’interno rivolge loro una parola dolce. I leghisti ormai li hanno proprio rapiti, ma loro sono rimasti al bacio fra Di Maio e Salvini immortalato in quel vecchio murales romano”.