Quantcast

Autostrada fantasma Asti-Cuneo: oggi la visita di Conte e Toninelli

Critici alcuni esponenti locali: "Vadano anche al Tenda e in valle Stura"

Cuneo. E’ atteso oggi all’aeroporto di Levaldigi l’aereo di stato con a bordo il presidente del consiglio Giuseppe Conte insieme al ministro delle infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli. L’aereo atterrerà nello scalo cuneese subito dopo pranzo, dove ci sarà un elicottero destinato alle due cariche dello Stato per un sopralluogo all’incompiuta A33 Asti-Cuneo intorno alle 14. Ad accompagnarli, ci sarà il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, tecnici e prefetti di Asti e Cuneo.

“Semplificare, velocizzare, sbloccare – ha dichiarato il Premier sulla sua pagina Facebook –  lo facciamo con questo decreto, ma lo facciamo anche andando cantiere per cantiere, da nord a sud, per provare a risolvere i problemi concreti. Si riparte lunedì prossimo, in Piemonte, con il sopralluogo sull’autostrada Asti-Cuneo, i cui lavori sono ancora fermi”.

Un sopralluogo veloce che terminerà alle 15.30 in Prefettura, per incontrare gli esponenti e le autorità del territorio.

Critici alcuni esponenti locali, da Fratelli d’Italia a Uncem (Unione nazionale comuni comunità enti montani), “Vadano anche al Tenda e in valle Stura”, hanno più volte dichiarato.

Dura la critica del deputato Monica Ciaburro (FdI): “Sarebbe stata l’occasione giusta per esporre loro i molteplici problemi di infrastrutture di quella che io chiamo la 3^ isola d’Italia. Invece niente, come sempre pare impossibile per i parlamentari avere un confronto chiaro e diretto con i membri grillini del Governo”.