Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alba, inaugurati locali della mensa e presentazione del progetto “Il cibo non si spreca” foto

Il sindaco Marello: "Migliorare la qualità e la sicurezza dei luoghi dedicati ai nostri figli"

Più informazioni su

Alba. Ieri nel pomeriggio sono stati inaugurati ufficialmente i rinnovati locali della mensa comunale di via Liberazione.

Inaugurati anche gli spazi esterni al centro cottura dove vengono preparati giornalmente circa 1.700 pasti per gli alunni delle scuole materne, elementari e medie cittadine.

I lavori sono stati eseguiti dalla ditta Sodexo nell’ambito del contratto di servizio di gestione della ristorazione scolastica. Sono state ammodernate le cucine, gli impianti e le attrezzature al fine di ottimizzare i flussi produttivi, gli standard igienici e di sicurezza.

E’ stata effettuata una totale rivisitazione degli ambienti di lavoro per meglio garantire la sicurezza dell’intero ciclo di produzione dei pasti ed eliminare potenziali rischi di contaminazione, attraverso la realizzazione di una cucina per le diete speciali.

In particolare sono stati riorganizzati gli spazi del magazzino, creando un ambiente dedicato esclusivamente al ricevimento e smistamento del pane e della frutta; ampliata la zona di lavorazione delle verdure e allestite aree separate di lavorazione delle carni e dei piatti freddi (salumi e formaggi). I locali di lavaggio delle stoviglie e di cottura degli alimenti sono stati dotati di nuove e specifiche apparecchiature tecnologiche ed è stato rifatto il rivestimento a parete e pavimento con piastrelle in gres porcellanato con resistenza allo sdrucciolamento.

Rinnovato anche l’impianto di illuminazione, con l’installazione di luci a LED per un migliore efficientamento energetico, e gli infissi sostituiti con nuovi serramenti in alluminio.

E’ stata completamente riqualificata anche l’area esterna dove è stato creato un accesso pedonale per gli ospiti separato dall’ingresso carraio, installato un cancello automatico e realizzata una nuova zona per i cassonetti dei rifiuti.

In occasione dell’inaugurazione, i non addetti ai lavori hanno potuto visitare i locali cucina, per comprendere meglio il processo produttivo dei pasti che vengono quotidianamente serviti agli alunni delle scuole albesi e al self-service comunale.

Durante l’evento è stato anche presentato il progetto di prevenzione degli sprechi alimentari “Il cibo non si spreca! Nutriamo insieme la solidarietà” per la promozione di comportamenti e stili di vita etici e consapevoli. Un’iniziativa realizzata dall’Amministrazione comunale, in collaborazione con Sodexo Italia, Emporio della Solidarietà e con le scuole primarie U. Sacco, G. Rodari e M. Coppino .

Grazie alla preziosa sinergia tra i soggetti coinvolti, i pasti non consumati nelle scuole primarie aderenti verranno abbattuti in loco, confezionati e consegnati ai volontari dell’Emporio per la distribuzione a persone e famiglie individuati come maggiormente bisognosi.

«Come Amministrazione – ha spiegato il sindaco di Alba Maurizio Marello – ci occupiamo di formazione, di solidarietà e di sicurezza dei ragazzi. L’investimento su questo edificio scolastico qui annesso è uno dei tanti che abbiamo fatto sulle scuole dove abbiamo speso circa 1 milione di euro. Questo per migliorare la qualità e la sicurezza dei luoghi dedicati ai nostri figli. Un lavoro che prosegue. Una grossa quota dell’avanzo di Amministrazione sarà riservata ad altri lavori sulle scuole da farsi nei prossimi mesi. Sulla sicurezza alimentare ringrazio Sodexo per quanto ha fatto sui locali. Inoltre, il progetto di solidarietà che mette insieme la mensa, gli studenti e le strutture di solidarietà della città per aiutare persone in difficoltà, insegna a crescere nella sobrietà e nella responsabilità perché non sprecare è anche uno stile di vita. È uno sforzo per aiutare chi riceverà questo cibo e per aiutare a crescere chi non ha questi problemi».

«La cartolina sul progetto “Il cibo non si spreca!” – ha spiegato il vice sindaco e assessore ai Servizi sociali Elena Di Liddo – sarà distribuita nei prossimi giorni in tutte le scuole materne, elementari e medie della città, nonostante le scuole coinvolte attualmente nel progetto sono tre, ma l’idea è informare le famiglie albesi su questo progetto in collaborazione con l’Emporio della Solidarietà».

All’evento sono anche intervenuti don Gigi Alessandria per l’Emporio della Solidarietà “Madre Teresa di Calcutta” di Alba, Piero Maimone direttore del Dipartimento di Prevenzione Igiene alimenti e nutrizione dell’Asl CN2, Gabriella Benzi dirigente dell’Istituto Comprensivo Centro Storico e Fabio Grigoli direttore regionale Sodexo, Piergiorgio Buttigliero responsabile area Sodexo, alla presenza della direttrice mensa Alba Di Sabato.

e i referenti della ditta Sodexo,.

____________________________________________________________________

SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA – ALBA

Il servizio di refezione scolastica, a seguito di espletamento di gara pubblica, è gestito dalla Ditta Sodexo ed è rivolto alle 5 scuole primarie, 10 scuole dell’infanzia, che consumano il pasto nei refettori appositamente allestiti nei vari plessi scolastici e alle scuole secondarie di primo grado, che consumano il pasto al self service di Via Liberazione.

Ogni Istituto Comprensivo ha una sua commissione mensa composta da insegnanti e genitori, istituita allo scopo di collaborare col Comune nel controllo del servizio in tutti i suoi aspetti.

Pasti preparati giornalmente: circa 1.700

Pasti preparati nell’anno scolastico 2017/2018: 260.666

I pasti vengono preparati nel centro di cottura di via Liberazione e successivamente trasportati nei vari plessi scolastici in appositi contenitori termici secondo quanto previsto dalle normative vigenti Europee e nazionali e le Linee Guida regionali e dalle specifiche procedure organizzative e di controllo e dal sistema HACCP.

Le temperature dei cibi somministrati ai bambini vengono rilevate giornalmente al momento dell’arrivo nei vari refettori. La temperatura all’arrivo nei refettori deve essere minimo 60°C per i cibi caldi e di massimo 10°C. per i piatti freddi (per es. roast-beef).

La temperatura di servizio degli alimenti caldi deve essere minimo 60°C, mentre per i piatti freddi deve essere al max 10-14°C.

La rilevazione delle temperature viene giornalmente annotata su apposite schede come previsto dal sistema HACCP.

Il menù viene predisposto secondo le Linee Guida Regionali, dagli uffici comunali competenti,dalla ditta che gestisce il servizio e dall’ASL CN2/Servizio SIAN che, solo dopo aver controllato l’abbinamento dei cibi, le calorie, il valore nutrizionale del pasto procede alla sua vidimazione.

DIETE SPECIALI

Con il termine di Dieta Speciale, s’intende la tabella dietetica personalizzata sviluppata in risposta a particolari esigenze cliniche adatta a soddisfare le esigenze nutrizionali degli utenti per ogni fascia d’età ed ogni stato di salute o la cui patologia non consentano di utilizzare, per la preparazione del pasto, particolari alimenti.

A seconda della tipologia di richiesta di dieta vengono approntate le seguenti diete personalizzate: dieta per celiaci, dieta per allergie/intolleranze a nutrienti/alimenti specifici, dieta per regimi alimentari come diabete, ipertensione, obesità, ecc, temporanea, dieta etico/religiosa.

Per la GESTIONE DELLE DIETE SPECIALI, è stata redatta un’apposita procedura che è parte integrante del Piano di Autocontrollo Aziendale; lo scopo è quello di garantire l’utilizzo di alimenti idonei per tutti i soggetti che ne richiedono il servizio.

Per quanto riguarda la richiesta di dieta speciale, la documentazione deve contenente i dati necessari alla corretta definizione degli alimenti utilizzabili e non, l’identificazione del commensale a cui sono destinati. Tali informazioni vengono trasmesse a Sodexo da parte del competente Ufficio comunale, che ne garantisce la gestione e utilizzo in qualità di responsabile del trattamento, in ottemperanza a quanto previsto dal D.Lgs. 196/03.

Il personale Sodexo addetto alla predisposizione della dieta speciale si impegna ad utilizzare i dati dei quali viene a conoscenza solo ed esclusivamente ai fini della realizzazione della dieta.

Considerando la delicatezza del tema trattato, presso il centro cottura di Via Liberazione è presente una cucina dedicata alla sola preparazione delle diete speciali.

La Dietista/Tecnologa alimentare Sodexo sulla base delle certificazioni pervenute attraverso l’Amministrazione Comunale elabora ad inizio anno scolastico o quando necessario, un prospetto dietetico suddiviso per scuola, classe, patologie e durata. Tale prospetto viene aggiornato in tempo reale ogni qualvolta giunga presso la cucina un nuovo certificato, o un aggiornamento/variazione di un certificato già in nostro possesso. L’addetto incaricato sviluppa, il giorno precedente il consumo, le diete teoriche previste per il giorno successivo considerando la presenza di tutti i fruitori del servizio dietetico, identificando in funzione del menù in vigore le preparazioni non idonee per l’utente e proponendo alternative garantendo il corretto apporto nutrizionale. Il giorno del consumo, quando vengono trasmesse le prenotazioni dei pasti complete dell’elenco dei commensali sottoposti a dieta speciale, l’addetto incaricato, in funzione di quanto ricevuto, modifica il dietetico con le seguenti modalità: cancellazione della dieta riferita ad utenti assenti; inserimento di diete in bianco. L’incaricato inoltre, come indicato nel Piano di Autocontrollo, registra le schede “PREPARAZIONE DIETE SPECIALI”, che viene predisposta giornalmente consultando la scheda “RIEPILOGO DIETE SPECIALI”, riporta, per ogni singolo commensale, il menù del giorno da erogare per la dieta speciale e ne attesta l’avvenuta e regolare preparazione.

PRODOTTI UTILIZZATI PER LE SCUOLE DI ALBA

I prodotti BIOLOGICI:

– Farina bianca

– Farina di mais

– Farro

– Legumi secchi

– Olio extra vergine di oliva 1 L

– Orzo perlato

– Passata di pomodoro

– Verdure gelo : fagiolini, carote, spinaci,piselli e zucchine

– Yogurt

I prodotti a FILIERA CORTA sono:

– Barrette di cioccolato al latte e fondente

– Bra DOP

– Crescenza

– Lonza suino

– Mozzarella

– Pandoro

– Pane comune e integrale

– Petto di pollo

– Primo sale

– Ricotta

– Toma Piemontese DOP

Vengono anche utilizzati prodotti di qualità DOP, IGP quali:

– Asiago DOP

– Bresaola Valtelllina IGP

– Grana Padano DOP

– Mortadella Bologna IGP

– Parmigiano Regiano DOP

– Prosciutto crudo di Parma DOP

– Taleggio DOP

La sostenibilità ambientale è perseguita anche attraverso altre forme di acquisto sostenibile quali la PESCA ed il COMMERCIO EQUO SOLIDALE.

Sodexo offre l’utilizzo delle seguenti referenze certificate MSC:

– FILETE’ NATURALE DI MERLUZZO SURGELATI

I prodotti ortofrutticoli freschi provengono da produzioni biologiche, al lotta integrata o a chilometro zero, mentre la fornitura di banane proviene dal circuito del commercio equo solidale.

Per quando riguarda il commercio equo solidale, vengono anche utilizzati i seguenti prodotti:

– Barrette di cioccolato fondente

– Orzo perlato

– The nero BIO in bustine

Per le carni il progetto ORO ROSSO COALVI rappresenta la sintesi tra la sostenibilità ambientale e la sostenibilità sociale. Il progetto nasce da un’idea Sodexo in collaborazione con il Consorzio di Tutela della Razza Piemontese.

Vengono utilizzati i seguenti tagli:

– Coscia bovino adulto

– Reale bovino adulto

– Spalla bovino adulto

– Noce bovino adulto

– Fesa bovino adulto

Più informazioni su