Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rivoluzione TPL: ecco come cambia la rete nella conurbazione di Cuneo

Il via lunedì 18 febbraio. La nuova rete è basata su 11 linee da e verso il centro cittadino, in sinergia tra trasporto urbano ed extraurbano (autobus arancioni e autobus blu)

Cuneo.   Da lunedì 18 febbraio entra in vigore la nuova rete del trasporto pubblico locale della conurbazione. La riorganizzazione, predisposta dall’Agenzia della Mobilità Piemontese in collaborazione con il Comune di Cuneo e il Consorzio Granda Bus, permetterà di raggiungere velocemente qualsiasi zona dell’altipiano e migliorerà anche i collegamenti con le frazioni e i Comuni aderenti alla conurbazione con orari cadenzati, frequenza dei passaggi e ottimizzazione delle tratte. L’obiettivo finale è quello di rendere il trasporto pubblico un servizio sempre più fruibile e quindi sempre più utilizzato dai cittadini.

La nuova rete è basata su 11 linee, da e verso il centro cittadino. I percorsi, coordinati tra di loro al fine di potenziare la frequenza complessiva dei passaggi, sono stati pensati come un sistema in grado di ottimizzare la velocità e permettere quindi agli utenti di raggiungere più rapidamente la propria destinazione. Alla rete di base si affiancheranno poi una serie di corse scolastiche su percorsi dedicati per le località minori, un servizio a chiamata per le situazioni in cui il servizio di linea è limitato alle ore di punta e un servizio festivo di base limitato alle frazioni e ai comuni più grandi.

Il sistema è organizzato dall’Agenzia della Mobilità Piemontese per conto della Regione e con il Consorzio che riunisce le aziende private che gestiscono il servizio. La Provincia è tra gli enti firmatari del Patto per la mobilità e il trasporto pubblico, in quanto aderente all’Assemblea di bacino Piemonte Sud Ovest. Gli investimenti operati nell’innovazione tecnologica saranno un modello per tutto il Piemonte. Le 11 nuove linee che entreranno in funzione, la piena sinergia tra trasporto urbano ed extraurbano (autobus arancioni e autobus blu), gli orari cadenzati al minuto e l’utilizzo ormai consolidato del Bip, renderanno la scelta dell’autobus più competitiva rispetto a quella dell’automobile per spostarsi nel capoluogo ma anche verso i 14 Comuni dell’hinterland. Il nuovo assetto porterà anche un complessivo restyling delle paline e pensiline esistenti. Grazie alla nuova, innovativa grafica, ogni fermata sarà munita di un QR Code per accedere in modo immediato alle informazioni contenute sulle App GrandaBus e MyCicero dove, oltre alle notizie sugli orari, sarà disponibile il passaggio in tempo reale degli autobus alla singola fermata.

Per ottenere tutte le informazioni relative al nuovo servizio di trasporto urbano, alle tariffe e agevolazioni e, in generale, a tutti i servizi di mobilità sostenibile presenti sul territorio, sarà possibile rivolgersi allo sportello del Consorzio Granda Bus (via Pascal, 7 a Cuneo), telefono 0171-301617 oppure 800-338171, www.grandabus.it o all’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Cuneo (via Santa Maria, 1 – Cuneo). Sul sito del consorzio Granda Bus al seguente indirizzo http://www.grandabus.it/riorganizzazione-rete-extraurbana/ si possono trovare tutti gli orari delle nuove linee e i comunicati che illustrano le modifiche linea per linea. Da lunedì inoltre saranno disponibili i dati dei sistemi di infomobilità, interrogabili tramite la ricerca percorsi sul sito del Consorzio, tramite app e da Google Maps, che forniscono in modo chiaro e immediato tutte le soluzioni di viaggio esistenti anche con gli interscambi.