Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Revocate due licenze a sale giochi della provincia di Cuneo

Il Questore Ricifari: "Si stanno effettuando molti controlli in questo tipo di esercizi con intento di punire l'illegalità, per salvaguardare le aziende che operano rispettando le normative di legge"

Cuneo e Provincia. La Polizia di Stato, sezione amministrativa continua ad impegnarsi nei servizi di controllo per le licenze amministrative e sulle case vacanza e sugli alloggi affittati sui portali. Le verifiche hanno portato alla segnalazione di una casa vacanza a Limone Piemonte, in quanto non in regola con la comunicazione degli ospiti tramite il portale della Polizia di Stato. Il motivo di non registrare le presenze probabilmente è di tipo fiscale.

Durante ulteriori controlli nelle sale scommesse che si sono svolti in tutta la provincia, a Fossano, in via Torino 56, al gestore di una sala giochi è stata revocata la licenza di istallazione videolottery e raccolta scommesse. Questo è accaduto perché in un cambio di gestione, non era stato registrato il nuovo titolare della licenza stessa, che è personale e nominale.
La medesima cosa a è successa in un’altra sala giochi a Mondovì, in Corso Italia 2. In entrambi i casi le persone coinvolte sono cinesi.

Nel corso di queste attività di controllo nei giorni scorsi è stata sanzionata anche un’agenzia astigiana che svolge attività nel settore dello steward ing. Questa agenzia, in due occasioni, entrambe svolte a Limone Piemonte, non aveva comunicato con le corrette tempistiche l’elenco degli addetti ai lavori come da normativa.

Il Questore di Cuneo Emanuele Ricifari spiega che si stanno effettuando molti controlli in questo tipo di esercizi con intento di punire l’illegalità, per salvaguardare le aziende che operano  rispettando le normative legali.