Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Nuvole “voleranno” dalla Granda a Sanremo foto

Un 2019 con tanti progetti per il gruppo: una canzone da protagonisti che verrà presentata in occasione del Festival a Sanremo, una nuova sede e il concorso Fuoriclasse Talent

Savigliano. In occasione del prossimo festival di Sanremo anche il gruppo Le Nuvole sarà presente con un importante progetto.

Da 8 anni il gruppo vede il suo fondamento nel volontariato volto ad occuparsi del tempo libero di ragazzi diversamente abili. Attivi come sempre Isabella Berardo e il suo team, lo scorso anno in seguito ad una serata sul sempre attuale argomento della violenza sulle donne, svoltasi proprio in quel di Sanremo all’Hotel Nazionale, conobbero il rapper Shy famoso per le sue canzoni che affrontano temi sul sociale. Da cosa nasce cosa e a Isabella viene in mente un’idea e come sempre cerca di metterla in pratica. Qualche mese fa ricontatta Shy e gli propone un progetto insieme. Il rapper si dimostra favorevole e decide di scrivere una canzone per il gruppo Le Nuvole che parla proprio di loro.

Ad inizio gennaio una parte del gruppo è stata ricevuta in Comune a Sanremo dal vicesindaco Costanza Pireri che si occupa del sociale alla presenza dell’associazione sanremese I Colori della Gioia con la quale è nata una collaborazione. La prossima settimana i ragazzi andranno a Verona per registrare con Shy il ritornello. Quindi cosa bolle in pentola? “Martedì 5 febbraio, in occasione del primo giorno di Festival, alle 17 all’Hotel Des Anglais, preceduti dal Raduno dei Sosia d’Italia, presenteremo la canzone Sorrisi, canteranno Shy feat “gruppo le nuvole” cui sarà anche legato un balletto e tutto il progetto, alla presenza di un cantante famoso che è ancora top secret per tutti  – spiega Isabella Berardo – Avremo uno stand a Casa Sanremo dove potremo esibirci tutte le volte che lo vorremo, venerdì 8 febbraio esibizione del gruppo alla discoteca Morgana di Sanremo e grazie al Comune avremo la possibilità di partecipare, all’Ariston, al pomeriggio della trasmissione Sabato Italiano del 9 febbraio”. 

Nella quotidianità il gruppo lavora con i ragazzi il martedì pomeriggio quando i partecipanti vengono recuperati nei centri che frequentano e a Savigliano si ritrovano per la merenda prima, i laboratori poi cui segue la cena insieme e infine il cinema. Poi il venerdì in cui il pomeriggio si svolge come al martedì ma anziché il cinema dopo la cena si svolge il laboratorio di teatro. Durante i laboratori vengono realizzati tanti lavoretti che poi verranno presentati in occasione dei mercatini trasformandosi così per loro un motivo di orgoglio per l’associazione di avere un piccolo aiuto per sostenere questo grande progetto. Durante tutto l’anno si organizzano visite presso realtà locali come case di riposo ed attività nei week end anche di più giorni proprio per aiutarli nell’instaurare una vita “normale”, quando per normale si intende uscire ed aver le possibilità che hanno tutti .“La responsabilità che abbiamo durante queste uscite è davvero grande – ci racconta Isabella – ma viene ampiamente ripagata dai loro sorrisi”.

Altro progetto vedrà Le Nuvole alla finale del concorso Fuoriclasse Talent, ideato da Ivano Trau e Catiuscia Siddi, prodotto dalla Diamond Production, che sarà trasmesso su Sky e si svolgerà a Tortoreto, in provincia di Pescara, dal 3 all’8 settembre prossimo. Il gruppo ha superato le selezioni accedendo direttamente alle finali dove si esibirà al cospetto di una giuria composta da importanti artisti del calibro di Luca Pitteri, Grazia Di Michele, Kledi Kadiu solo per citarne alcuni. Super ospite del concorso sarà Alessandra Amoroso. Inutile nascondere la felicità dei ragazzi per ciò che li aspetta.

Il 2019 è iniziato davvero sotto una buona stella per Le Nuvole che dovrebbero anche avere a breve una nuova sede, gli auguriamo di proseguirlo così. Il messaggio che Isabella tiene a sottolineare, base fondamentale di qualsiasi progetto portato avanti è che “Vogliamo dimostrare come anche dei diversamente abili possono arrivare dove arrivano i ragazzi normodotati, anzi lo fanno con più voglia e energia vivendo appieno le emozioni del momento”.

Un grande plauso va a tutti  i volontari che hanno deciso di impiegare il proprio tempo libero donandolo, nel vero senso della parola, a queste “nuvolette” come amano definirsi. Chi volesse saperne di più può visitare la pagina facebook Gruppo le nuvole.