Quantcast

Asti-Cuneo, Borgna scrive a Toninelli

"123 giorni dopo il nostro incontro al Ministero, nessuna notizia, nessuno sviluppo, nessun contatto. Tutto fermo."

Il sindaco di Cuneo e presidente della provincia di Cuneo, Federico Borgna, ha inviato una lettera al ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Danilo Toninelli, il cui testo riportiamo integralmente qui di seguito.

Sono passati quattro mesi dal nostro incontro al Ministero delle Infrastrutture. Siamo venuti a Roma tutti insieme, amministratori, Parlamentari del territorio, rappresentanti delle associazioni di categoria, per chiedere informazioni sull’autostrada Asti-Cuneo. Eravamo stati rassicurati, il Ministro ci aveva confermato la volontà di concludere nel minor tempo possibile e nelle migliori condizioni di rapporto costi/benefici, un’infrastruttura strategica per il territorio, un’opera che le nostre comunità attendono da decenni. Una buona notizia.
Da allora, però, il silenzio più assoluto. In 123 giorni nessuna notizia, nessuno sviluppo, nessun contatto. Tutto fermo.
Lo sapete, noi cuneesi siamo gente operosa, procediamo a testa bassa. Non amiamo lottare contro qualcosa o qualcuno, preferiamo lottare per il nostro territorio. Questo però non vuol dire che rimarremo fermi ad aspettare, vi chiediamo di essere leali rispetto agli impegni che avete preso con noi quattro mesi fa.
Perché ricordate che il fattore tempo diventa sempre più determinante, non dimenticate che quest’inerzia costa al sistema economico cuneese 100 milioni di euro all’anno, quasi 40 milioni solo per l’attesa di questi quattro mesi. Ma non si tratta unicamente di un problema economico, stiamo parlando anche di inquinamento e di sicurezza sulle nostre strade provinciali.
Non possiamo permetterlo!
#autostrada #cuneoasti #riguardaCuneo