Quantcast

Un viaggio nella satira di ieri e oggi con Le Cercle Rouge

"Fuori il malloppo" : vernissage stasera alle ore 21 e mostra evento il 15 e 16 dicembre a Casa Francotto ad opera dell'associazione Le Cercle Rouge

Busca. Sarà presentato questa sera alle 21, in Casa Francotto, l’evento organizzato dall’associazione buschese le Cercle Rouge: “Fuori il malloppo – Come si rideva una volta e come si ride oggi tra grafica, TV e cinema”. Sarà un vero e proprio omaggio alle vignette satiriche di Jacovitti; proprio le vignette sono all’origine di questo progetto basato sul nostro attuale senso dell’umorismo.

L’idea del progetto è scaturita da una mostra tenutasi a Torino a maggio e giugno scorsi, dal titolo “La Costituzione a colori”, una mostra sulla storia e il significato della nostra Costituzione attraverso le vignette satiriche. Così si è aperta la possibilità di poter create attraverso una collaborazione col curatore della mostra, lo storico della satira Dino Aloi, un progetto di largo respiro sull’umorismo attraverso la storia delle vignette di satira polita e dei costumi del secolo scorso. L’associazione culturale, conformemente al suo statuto, ha concentrato l’attenzione sulla satira di costume vista attraverso il filtro del cinema e del varietà televisivo.

Con “Fuori il malloppo!” si intende in questo modo offrire una presentazione di interviste collegate ad una mostra di vignette ed audiovideo sulla satira del costumi. La ricerca partirà dalla grafica dei giornali satirici degli anni Trenta per giungere alla commedia all’italiana e al varietà televisivo degli anni Sessanta.

Lo scopo sarà quello di riscoprire le radici dello spirito caustico dei comici italiani attraverso la presentazione delle vignette pubblicare sul Marco Aurelio e sul Bertoldo. Si inizia così con i disegni di Fellini, Scola, Mondaini ed altri ancora per giungere alla satira di costume presentata, al cinema, con la nascita della commedia italiana, e, alla televisione, con gli sketch comici di Vianello e Tognazzi dei primi varietà. Il progetto in questa prima fase è costruito seguendo come direttive di percorso le parti più importanti dell’autobiografia di Marcello Marchesi, Il Malloppo. Marcello Marchesi, il Signore di mezz’età, è stato uno dei principali autori del mondo umoristico italiano ed è quindi la guida ideale in questa lettura a ritroso del nostro senso dell’umorismo.

Lo scopo dell’intero progetto è quello di riscoprire il passato per poter dare delle chiavi interpretative sull’attuale genere comico – satirico. Infine, nell’offrire degli strumenti per la conoscenza di un pezzo di storia dell’umorismo, il progetto ha anche uno scopo educativo e didattico con l’intento di sfociare laddove indirizzato agli studenti, anche nella realizzazione di un programma adeguato di scrittura umoristica. L’appuntamento è in Casa Francotto stasera alle 21 dove sarà presentata la mostra che sarà aperta anche domenica 16 dalle 14 alle 18.