Quantcast

Si ripete l’appuntamento con il Presepe Vivente di Sampeyre foto

Al via oggi alle 17 la terza edizione dell'evento targato Domenico Amorisco

Sampeyre. Il centro storico di Sampeyre, capitale turistica della Valle Varaita, è pronto ad accogliere turisti, visitatori e curiosi che arriveranno nella giornata di oggi, Santo Stefano, a partire dalle ore 17 fino alle 23, per la terza edizione del Presepe Vivente.

L’evento promosso da Domenico Amorisco, attuale sindaco di Sampeyre, che negli anni è stato anche il padre dei presepi prima di Brossasco e poi di Casteldelfino. Il tutto si svolgerà tra via Roma, piazza della Vittoria e via Vittorio Emanuele per l’occasione illuminate al calar della sera dal cielo stellato e riscaldate, lungo il percorso, dai fuochi di legna che riscalderanno figuranti e visitatori.

Tra le antiche mura di case, cantine e fienili, grazie ai personaggi del presepe vivente si tornerà indietro nel tempo, lontati dalla frenesia dei giorni nostri. Non mancheranno le figure storich come quella di Erode, dei soldati romani e  dei Re Magi, accando a quelle dei pastori con il gregge. Al suono delle zampogne sarà possibile assaggiare anche caldarroste, cioccolata calda, frittelle e vin brulè fino a raggiungere la stalla della Natività con Gesù Bambino, fra la Madonna e San Giuseppe, gli angeli, il bue e l’asinello, assolutamente autentici, a riscaldare tutti”.

Novità dell’edizione 2018 è la “Rivisitazione del cammino di Giuseppe e Maria alla ricerca di un rifugio per dormire” che prederà vita grazie all’interpretazione dei Bambini dell’Oratorio di quella che è la celebre poesia della “Notte Santa” di Guido Gozzano.

Le rappresentazioni del Presepe Vivente di Sampeyre si svolgeranno sia oggi, 26 dicembre, che domenica 30 dicembre dalle 17 alle 23; la Rivisitazione del cammino di Giuseppe e Maria si svolgerà alle ore 19 di ciascun giorno partendo dalla Via Vittorio Emanuele e proseguendo per la piazza della Vittoria e Via Roma per giungere alla stalla della Natività.