Quantcast

Il Buongiorno di Cuneo24

Oggi è l'ultimo dell'anno, un giorno di festa a cavallo tra due anni che vede allegria e sorrisi, ricordi e speranze. Alla mezzanotte si darà il benvenuto al nuovo anno scambiandosi gli auguri. Una serie di riti scaramantici accompagnano la festa: in Italia si usa indossare biancheria intima rossa, mangiare lenticchie, che portano soldi, e baciarsi sotto il vischio per buon auspicio. In Russia si apre la porta per dare il benvenuto all’anno nuovo, mentre in Spagna si mangiano dodici chicchi d’uva. Fuochi d’artificio colorano il cielo e tutti esprimono desideri di felicità per il nuovo anno... Auguri da tutta la redazione di Cuneo24!

Cuneo. Il sole è sorto alle 8:01 e tramonta alle 17:05. Durata del giorno nove ore e quattro minuti.

Santi del giorno
San Silvestro I, papa, è il protettore di muratori, tagliapietre, animali domestici e bovini.

Avvenimenti
1861 – Primo censimento in Italia. Nella notte tra il 31 dicembre 1861 e il 1° gennaio 1862, a nove mesi dalla nascita del Regno d’Italia, gli italiani provarono a contarsi e a tracciare la prima radiografia della popolazione, suddivisa per sesso, età e stato civile. Promotore dell’iniziativa fu il ministro dell’agricoltura, Filippo Cordova, che in una relazione ne sottolineò l’urgenza, visto che in molte zone del paese non si registrava un’attività di censimento da oltre trent’anni. I dati raccolti dal Censimento generale della popolazione e delle abitazioni consegnarono un quadro che appare lontano anni luce dall’Italia recente.
1907 – Primo capodanno festeggiato a Times Square. Ha oltre un secolo di vita il New Year’Eve di Times Square, tra le feste di Capodanno più suggestive del pianeta. Per la prima volta venne fatta scendere, lungo un palo di ferro, una palla luminosa il cui tragitto scandiva gli ultimi istanti dell’anno appena trascorso.
1955 – La General Motors diventa la prima compagnia statunitense a fatturare oltre un miliardo di dollari in un anno.
1970 – Si sciolgono legalmente i “The Beatles”.

Nati in questo giorno
Paolo Villaggio (1932/2017) – Identificarne la quarantennale carriera solo con il più bistrattato e frustrato impiegato della televisione italiana sarebbe riduttivo, al netto della stima ricevuta da insigni registi quali Fellini e Olmi. Genovese doc, premiato, tra gli altri, con il Leone d’oro alla carriera nel 1992, oltre a collaborare con quotidiani e periodici è da sempre molto attivo come autore di romanzi e saggi; lo stesso Fantozzi nasce come protagonista di un omonimo romanzo pubblicato nel 1971.
Alex Ferguson – Nato a Glasgow (Scozia), è un ex attaccante e allenatore di calcio. Dopo aver allenato la Scozia, dal 1986 al maggio 2013 Sir Ferguson è stato alla guida del Manchester United. Con i red devils ha vinto anche 13 scudetti e 2 Champions League. L’anno prima del ritiro era al quarto posto, con oltre 9 milioni di euro, nella classifica degli allenatori più pagati del pianeta.

Eventi sportivi
1999 – Finisce un secolo, oggettivamente anche un millennio, nel quale lo sport ha trovato la sua piena consacrazione nella società umana, a partire dalla ripresa dei Giochi Olimpici ad Atene nel 1896. È normale quindi che ci si domandi quali siano stati gli sportivi italiani del secolo. Un sondaggio, con oltre 14.000 voti, organizzato da kwsport (il quotidiano sportivo di Kataweb), ha indicato gli sportivi, tra quelli non più in attività, che più sono ricordati e magari identificati con la loro disciplina. Nel ciclismo il primo è Fausto Coppi (seguito da Francesco Moser), nell’atletica Pietro Mennea (seguito da Sara Simeoni), nel calcio Valentino Mazzola (seguito dal figlio Sandro), nell’automobilismo Tazio Nuvolari, nel basket Dino Meneghin, nel tennis Nicola Pietrangeli, nello sci Alberto Tomba. Chiudono il sondaggio, per la categoria altri sport, i fratelli Carmine e Giuseppe Abbagnale, indimenticabili campioni del canottaggio.

Proverbio / Citazione
Per San Silvestro, ogni oliva nel canestro.
“Il tempo è un grande autore: trova sempre il perfetto finale.””. Charlie Chaplin.