Cuneo, Crocevia46 presenta “Storie di impegno nei campi profughi della Grecia”

Lorenzo Bergia racconta il lavoro di assistenza ai rifugiati siriani

Cuneo. Giovedì 10 gennaio alle 20.30 Crocevia46, in corso Dante 46, ospita l’incontro Rifugiati today – Storie di impegno nei campi profughi della Grecia, realizzato in collaborazione con l’associazione La Luna di Vasilika Onlus.
Lorenzo Bergia, consulente tributario caragliese membro dell’associazione, racconterà il lavoro di assistenza ai rifugiati siriani che la onlus svolge all’interno dei campi di accoglienza alla periferia di Salonicco nei centri di Diavata, Serres, Alexandria e Vaiochori.

L’associazione La Luna di Vasilika Onlus, nata nell’autunno del 2016 dall’incontro di tre ragazze (Erica Pedratscher, ricamatrice di Saluzzo, Nathalie Bini, specializzanda in ortopedia a Torino e Nazmie Achouri, specializzanda in anestesia a Padova) durante un periodo di volontariato nel campo rifugiati di Vasilika, è attiva su tre fronti: informazione e sensibilizzazione rispetto alla situazione attuale, ricerca, organizzazione e formazione di volontari e raccolta fondi. Se l’aiuto materiale ai circa 5.000 rifugiati raggiunti settimanalmente è fondamentale, non lo è di meno il supporto psicologico, che si concretizza nell’ascolto, nell’insegnamento, nel gioco e nell’intrattenimento.

Bergia, dopo aver vissuto varie esperienze nell’ambito dei fenomeni della migrazione, è entrato in contatto con l’associazione e ha partecipato come volontario ad alcuni campi: a Crocevia46 racconterà la quotidianità e le dinamiche di un campo rifugiati anche attraverso la proiezione di alcuni scatti realizzati da Maurizio Cara, ex fotoreporter di guerra e attuale coordinatore del progetto in Grecia.
A partire da metà gennaio Bergia diventerà cooperante a tempo pieno a tutti gli effetti trasferendosi a Salonicco, dove vivrà per dieci mesi all’anno lavorando per l’associazione La Luna di Vasilika e per l’organizzazione svizzera Q.R.T., partner dell’associazione. Nei restanti due mesi svolgerà attività di sensibilizzazione in scuole e università facendo base a Milano.

Il 2019 di Crocevia46 inizia dunque con un appuntamento per approfondire, informarsi e dialogare su un tema di estrema e crescente attualità; l’ingresso è libero con prenotazione obbligatoria.