Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dogliani, Raffaele Sasso riceve la più alta carica lionistica distrettuale

Ildebrando Angelo Gambarelli: "Come Lions dobbiamo avere un focus, un obiettivo: trovare la nostra motivazione”

Dogliani. Il Lions Club Carrù-Dogliani, nella propria sede del Ristorante “La Pieve”, ha ricevuto mercoledì scorso 22 novembre, la visita del Governatore del Distretto 108 Ia3, Ildebrando Angelo Gambarelli accompagnato dalla signora Patrizia, dal cerimoniere distrettuale, Aristide Rodiani e dal presidente della 1ª Circoscrizione, zona C, Fabrizio Garelli. Presenti anche gli officier distrettuali (tutti soci del Lions Club Carrù Dogliani), Rossella Chiarena, Carla Blengio e Attilio Pecchenino e il presidente del Lions Club Mondovì-Monregalese, Club sponsor, Tiziana Achino.

A ricevere la più alta carica lionistica distrettuale, il presidente del Lions Club Carrù-Dogliani, Raffaele Sasso, mentre a spiegare le attività del Lions Club, il presidente di Circoscrizione, Fabrizio Garelli, che nel corso del direttivo, ha avuto modo di illustrare le attività programmate nel corso dell’Anno lionistico, iniziato a settembre.

Poi l’intervento del presidente Raffaele Sasso: “Questa sera, onorandoci della tua presenza, ci rendi felici, perché oltre al momento di visita, con te festeggeremo la nostra “Charter Night”, la XVI. Sin dalla sua nascita il nostro Lions Club ha fatto tesoro dei valori dell’amicizia e della condivisione ed anche in questo mio anno di presidenza cercherò di proseguire le iniziative intraprese dai miei predecessori, sia a livello distrettuale che locale, in un’ottica di continuità con i risultati raggiunti sinora. Con un preciso obiettivo: ricordare nel 70° anniversario della sua nomina, che cade nel 2018, il Primo Presidente della Repubblica, un cittadino illustre del territorio, Luigi Einaudi, nato a Carrù e per anni vissuto a Dogliani. Naturalmente facendo tesoro delle basi del Lionismo e dello spirito di Melvin Jones, credendo quanto mai nel motto che ci guida, “WE SERVE “.

È seguito l’intervento del Governatore Ildebrando Gambarelli, che ha ricordato l’importanza del senso di appartenenza ad una associazione di servizio quale è il Lions Club International: “Come Lions dobbiamo avere un focus, un obiettivo: “trovare la nostra motivazione”. Però sul nostro cammino si frappongono degli ostacoli che dobbiamo superare trasformandoli in opportunità con l’aiuto delle strutture che il Lions Club International e il Distretto mettono a disposizione, dei soci e dei club. Cinque sono le aree di intervento che devono guidare la nostra azione: la lotta contro il diabete, la vista, la fame e l’ambiente, nuove emergenze anche nel nostro paese, l’oncologia pediatrica e il nostro impegno verso i giovani. Al presidente e ai soci chiedo di parlare del Lions e delle nostre iniziative: in questo modo le persone si avvicineranno ai Lions Club con occhi diversi e chiederanno di farne part. E ancora, aprire al mondo femminile, ma non è il vostro caso, perché già lo avete fatto”.
Quindi ha concluso: “Per raggiungere i risultati c’è bisogno di fare squadra, partecipando alle attività del Distretto, per diventare da molti, uno soltanto e qui, il mio motto “E pluribus, Unum”. Questo è il lionismo che sento mio, un lionismo che attraverso i nostri service, fornisce una risposta a bisogni veri, reali, concreti, un lionismo di capacità attuativa di nuovi ideali, con lo scopo di perseguire esclusivamente finalità benefiche per l’umanità. Concludo con l’augurio di ciò che Melvin Jones, ci invitò a fare: “Migliorare le condizioni di vita delle nostre comunità”.

Prima del consueto scambio dei guidoncini, tra il Governatore e il presidente del Lions Club Carrù-Dogliani, al presidente Raffaele Sasso, è stato consegnato il premio del “Centenario-livello diamante” per aver contribuito alla crescita associativa del Centenario. Infine, la serata si è conclusa con un brindisi e gli auguri per il XVI anniversario del Lions Club Carrù-Dogliani.