Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dal 2019 scatta la tassa di soggiorno a Bordighera e Sanremo: i dettagli

La nuova imposta debutterà da gennaio e riguarderà alberghi, camping, residenze turistiche, B&B e tante altre strutture ricettive

Più informazioni su

Cuneo.  Cattive notizie per i piemontesi che si recano nella provincia di Imperia per trascorrere le vacanze. Nelle località balneari di Sanremo e Bordighera debutterà con il nuovo anno l’applicazione della tassa di soggiorno in strutture alberghiere, campeggi e residenze turistiche.

Nella Città delle Palme, Bordighera, l’imposta verrà applicata dal 7 gennaio 2019 con le seguenti tariffe:

Alberghi: 5 stelle: 3,00 euro; 4 stelle: 2,00 euro; 3 stelle: 1,50 euro; 2 o 1 stella: 1,00 euro.

Residenze turistico alberghiere: 5 stelle: 3,00 euro; 4 stelle: 2,00 euro; 3 stelle: 1,50 euro; 2 o 1 stella: 1,00.

AgriturismiIttiturismiEsercizi di affittacamereBed and BreakfastCampeggiAree attrezzate per la sostaCase ed appartamenti vacanzeCase per ferieLocande ed alberghi diffusiRifugiOstelliAppartamenti ammobiliati per uso turisticovillaggi turisticimarina resort (si intendono strutture ricettive anche quelle il cui esercizio sia occasionale e/o svolto in forma non imprenditoriale e gli immobili utilizzati per le locazioni brevi come definite dall’articolo 4 del d.l. n. 50/2017 convertito in legge n. 96/2017): 1,50 euro. L’imposta è applicata fino a un massimo di sei pernottamenti consecutivi nella medesima struttura ricettiva. La tassa non sarà applicata nei mesi di ottobre e novembre, quando le tariffe saranno pari a zero.

A Sanremo, l’amministrazione Biancheri nel mese di ottobre ha siglato con i rappresentanti di Federalberghi, Federturismo e Assoturismo l’applicazione della tassa a partire dal primo gennaio 2019 con le seguenti tariffe:

Hotel: 1 stella 0,80; 2 stelle 1,10; 3 stelle 1,50; 4 stelle 2,00; 5 stelle 3,00

Camping: 1,10

Affittacamere: 1,50 – B&B: 1, 50 – Agriturismo: 1,50 – Case e appartamenti per vacanze: 1,50 – Case per ferie: 1,50 – Camper: 0,50

Appartamenti ammobiliati ad uso turistico: 1,50 – Locazioni brevi: 1,50

Avranno diritto ad una riduzione del 50% i gruppi sopra le venti persone che raggiungeranno la Città dei Fiori per seminari e congressi.

Saranno inoltre esenti: i residenti, i minori sotto i 4 anni di età, i lavoratori delle strutture ricettive non residenti, i volontari che arrivano da fuori in caso di emergenze ambientali, le persone ospitate in caso di calamità, gli infermieri che praticano terapie riabilitative o le persone che assistono degenti o malati, gli autisti e accompagnatori di pullman turistici, i portatori di handicap, il personale appartenente alle forze di pubblica sicurezza, gli agenti di viaggio e i giornalisti che svolgano servizi di promozione turistica.

In ossequio al Patto per il Turismo di Regione Liguria, i proventi di questa “tassa”, che verrà pagata dai turisti che soggiornano a Sanremo, saranno investiti per il 60 % per la promozione della città, in sintonia con gli operatori del settore, mentre il restante 40% verrà speso in iniziative per la manutenzione e il decoro cittadini.

 

 

 

 

 

Più informazioni su