Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cuneo, arrestato il rapinatore della Farmacia Bottasso

Una foto postata su facebook ha messo la polizia sulle tracce del bandito

Più informazioni su

Cuneo. Dopo le indagini intensive condotte dal dott. Marco Mastrangelo e dalla Squadra Mobile della Polizia di Stato, è stato arrestato Piero Zaccaro di 49 anni, residente nel centro storico. Piero Zaccaro che lo scorso 7 novembre verso le 13, armato di coltello, indossando la maschera del fantasma “Scream”, aveva rapinato la Farmacia Bottasso di via Roma, sottraendo dalla cassa 2800 euro.

L’operazione investigativa della Squadra Mobile di Cuneo è partita subito dopo il colpo. Sono state fondamentali le immagini  registrate dagli impianti di videosorveglianza pubblici e privati di via Roma e di tutto il  centro storico.

Dopo la rapina, l’uomo si era diretto verso via Caraglio togliendosi la maschera. Dopo aver visto il volto, è iniziato il lavoro che ha consentito di dargli un nome. Un elemento utile è stato dato dalla dipendente della farmacia che aveva riconosciuto la particolare camminata di Zaccaro, cliente della farmacia.

Poi il tatuaggio di uno scorpione dietro al collo che si vede in una foto postata su facebook. Sempre sul profilo facebook del sospettato un’altra foto ha attirato l’attenzione degli inquirenti; in un angolo si intravvede la maschera utilizzata per la rapina.

Una volta individuato e accertato il colpevole, gli investigatori della Squadra Mobile di Cuneo si sono resi conto che non sarebbe stato facile trovarlo poiché l’uomo era sparito da Cuneo.
Sono stati controllati tutti i parenti e amici del sospettato, ma di lui nessuna traccia. A venire in aiuto alla Polizia è ancora una volta la pagina facebook di Piero Zaccaro: amante degli animali, il sospettato ha pubblicato la foto di uno scoiattolo a Torino.

Le ricerche hanno portato all’abitazione dei genitori del sospettato, residenti a Mirafiori Sud, proprio vicino ad un parco pieno di scoiattoli. Gli uomini della Mobile, lo scorso martedì 27 novembre sono arrivati sotto lo stabile dove abitavano i genitori del sospettato e dopo una lunga attesa, dalle 13 alle 19, hanno fatto irruzione in casa, arrestandolo.
Alcuni minuti prima il sospettato di era affacciato alla finestra. L’arresto è stato eseguito senza alcuna resistenza e con una parziale ammissione di responsabilità da parte dell’uomo.

Nella casa sono stati trovati anche la maschera di “Scream” e i vestiti indossati il giorno della rapina. Non sono stati trovati i soldi e il coltello è stato recuperato nella sua abitazione a Cuneo.
“Voglio evidenziare ed elogiare il lavoro della mia squadra – ha evidenziato Marco Mastrangelo, Dirigente della Mobile. Un lavoro fatto sia su campo che utilizzando i social. Un bel risultato per tutti. Ci tengo anche a ringraziare il personale delle Volanti per il contributo”.

Più informazioni su