Quantcast

Cervere, l’Oro verde protagonista su Rai3: dove l’ex operaio diventa produttore di Sua Bontà il Porro foto

Al microfono si sono alternati il Senatore Giorgio Bergesio, presidente del Consorzio, l'assessore regionale all'Agricoltura Giorgio Ferrero e la giornalista Liliosa Testa

Cervere. Alla vigilia della importante tavola rotonda promossa dal Consorzio di tutela e promozione del Porro Cervere, che si svolge questa domenica mattina dalle ore 10 in piazza San Sebastiano, l’edizione delle 19,30 di ieri del TG regionale di RaiTre ha servito un reportage corale realizzato dall’inviato Vanni Caratto proprio all’interno del PalaPorro luogo di aggregazione, degustazione e riflessione.

Al microfono si sono alternati il Senatore Giorgio Bergesio, presidente del Consorzio, l’assessore regionale all’Agricoltura Giorgio Ferrero e la giornalista Liliosa Testa, mentre in esterno sono state realizzate interviste al direttore dello stesso ente consortile, Paolo Odello, e al produttore Antonio Rinero. Quest’ultimo è stato il diretto protagonista di come un investimento, economico e di vita, nella valle di quello che il TG3 ha definito “oro verde” della Granda possa modificare in meglio la prospettiva esistenziale e professionale: Antonio, infatti, era operaio industriale che, rimasto a un certo punto purtroppo senza più un lavoro alle dipendenze, ha deciso di trasformare una passione in agricoltura in mestiere autentico, scelta premiata dai numeri economici della produzione di Porro Cervere a oggi realizzata.

Margini di successo che, con la dedizione, possono riguardare anche altri casi perché, come ribadito da Bergesio e da Odello, gli spazi per avviare le coltivazioni ci sono e la redditività per ettaro lavorato è di circa 30.000 euro.

L’assessore regionale Ferrero, inoltre, ha definito Cervere un modello esemplare, e il Porro Cervere – riconosciuto come tale da un decreto ministeriale del 2010 che ne impone la messa a dimora nella stessa valle – un prodotto particolarmente interessante nel contesto dei 360 prodotti tipici piemontesi.