Quantcast

Batzella (MLI) e Ottria (LEU): “Stabilizzazione medici precari 118 è finalmente legge”

"Finalmente viene salvaguardata la certezza e la continuità nel tempo del lavoro dei tanti medici che chiedevano di essere stabilizzati"

Cuneo.  “Il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato ieri all’unanimità un emendamento alla ‘Legge annuale di riordino dell’ordinamento regionale. Anno 2018 (Omnibus)’ col quale finalmente si sana la situazione di 80 medici precari del 118, che da anni lavorano con contratti a tempo determinato a rinnovo annuale e senza garanzie di stabilità.

Finalmente viene salvaguardata la certezza e la continuità nel tempo del lavoro dei tanti medici che chiedevano di essere stabilizzati. Questo percorso ora sarà possibile perché inserito in legge”, spiegano i consiglieri regionali Stefania Batzella (Movimento Libero Indipendente) e Walter Ottria (Liberi e Uguali), lo scorso marzo avevano presentato in Aula una mozione – a prima firma Batzella e sottoscritta anche da consiglieri di altre forze politiche – con cui si chiedeva alla Giunta di mettere in atto il percorso normativo più idoneo per arrivare alla stabilizzazione o attraverso una sanatoria o con l’autorizzazione a frequentare insovrannumero il corso di Medicina generale. L’atto di indirizzo a luglio era stato approvato all’unanimità dal Consiglio regionale e l’assessore Saitta aveva annunciato la volontà di intraprendere questo percorso.

“Siamo felici che abbia mantenuto l’impegno affidatogli dall’Aula. Quello del medico in servizio nelle ambulanze – aggiungono i due consiglieri regionali – è un mestiere estremamente importante, che ha un impatto decisivo sulla salute dei cittadini piemontesi. Per questi motivi, insieme al personale medico interessato e al Campest(Comitato Autonomo Medici Precari Emergenza Sanitaria Territoriale del Piemonte) ci siamo battuti fin dall’inizio per la loro stabilizzazione”.