Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Approvati criteri per riconoscimento “bonus pendolari” del 2017 per il 2019

Balocco: "Abbiamo mantenuto un impegno con i pendolari"

Più informazioni su

Piemonte.  La Giunta Regionale riunitasi questa mattina ha approvato i criteri per il riconoscimento del “Bonus pendolari” 2017 a favore degli abbonati Trenitalia.

Ritorna quindi un provvedimento voluto da questa amministrazione sospeso nel 2013 e riattivato lo scorso anno destinato ad erogare un bonus che dovrebbe “parzialmente” e “simbolicamente” risarcire i pendolari residenti in piemonte per i ritardi e i disservizi subiti.

Per i mensili, nei mesi di gennaio, febbraio, marzo e aprile 2019, sugli abbonamenti verrà riconosciuto automaticamente uno sconto pari al 10% del valore dell’abbonamento stesso, sia per le tratte regionali che per quelle sovraregionali con origine o destinazione Piemonte.

Per gli abbonamenti annuali, già “scontati” rispetto a quelli mensili, lo sconto sarà pari al 5% e per ottenerlo occorrerà recarsi nelle biglietterie Trenitalia esibendo l’abbonamento 2017 e richiedendone il parziale rimborso. Tale procedura sarà attiva dal 1° gennaio al 28 febbraio.

Come per il 2016 al Bonus è stata esclusa la zona “solo Formula” per due ragioni. L’elevatissimo numero di abbonamenti, che avrebbe reso irrisorio il rimborso se ripartito su un numero così elevato di utenti ed il fatto che la zona Formula è normalmente servita da più servizi sia ferroviari che stradali, rendendo meno pesanti eventuali disservizi.

Sono ricomprese nel rimborso invece gli abbonamenti Formula con zone e tratte (41/13/A), e Formula con zona PIN, sia pure con una percentuale di sconto inferiore (rispettivamente 3 e 5% sulle quattro mensilità).

Il Bonus sarà riconosciuto a tutti gli abbonati piemontesi.

“Anche per quest’anno – ha dichiarato l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Francesco Balocco – abbiamo mantenuto l’impegno assunto con le associazioni dei pendolari di erogare il Bonus, destinando per l’operazione 1.000.000 di euro. Si tratta di un segnale anche di valenza simbolica, che abbiamo voluto rafforzare. A livello complessivo regionale gli indici di puntualità media rispetto allo scorso anno sono migliorati, anche se permangono situazioni di forte criticità.”

Ulteriori dettagli sulle modalità saranno comunicate sul sito di Trenitalia e su quello dell’Agenzia della Mobilità Piemontese.

Il Bonus per gli abbonamenti 2018 sarà finanziato con successivo provvedimento.

Nella stessa delibera è stato approvato il rifinanziamento della Carta Tutto Treno per il costo sostenuto nel 2017 e a titolo di anticipo per gli oneri di rilascio della carta nel 2018, per un valore complessivo di 862.000 euro. la Carta Tutto Treno consente, con un solo abbonamento, l’accesso degli utenti piemontesi ai treni regionali e quelli a lunga percorrenza (Frecciabianca e Intercity) sulle tratte con origine-destinazione comuni, senza pagare sovrapprezzo.

Più informazioni su