Serralunga d’Alba, torna il Laboratorio di Resistenza Permanente

Nona stagione con grandi ospiti: Oscar Farinetti, Romano Prodi, Ermal Meta, Chiara Appendino, Antonio Scurati, Vittorio Sgarbi, Antonio Pascale, Aldo Cazzullo, Mario Martone, Antonella Clerici, Mimmo Locasciulli, Enrico Rava, Carlo Calenda, Piero Antinori, Alessandra Ghisleri, Arturo Brachetti, Marco Travaglio, Corrado Augias, Raffaele Cantone, Stefano Proverbio e Roberto Lancellotti, David Parenzo e Nathania Zevi, Danco Singer e Gianni Coscia

Serralunga d’Alba. Torna per il nono anno consecutivo Il Laboratorio di Resistenza permanente della Fondazione Emanuele di Mirafiore, presentato ieri alle 18.30 da Oscar e Paola Farinetti.

Dal 9 novembre al 25 aprile il teatro della Fondazione ospiterà incontri, letture, spettacoli, laboratori e momenti di approfondimento culturale, indagando i cambiamenti, le energie e le speranze della società di oggi. Si alterneranno sul palco importanti giornalisti, uomini e donne di cultura, scienza, economia, politica, spettacolo per una trentina appuntamenti per quella che ormai, dopo nove anni di attività, è una vera e propria comunità che si raccoglie ogni fine settimana per indagare la contemporaneità e riflettere su valori da proteggere, attraverso linguaggi sempre accessibili al pubblico ampio e intergenerazionale che è la vera anima del luogo.

Il Laboratorio di resistenza inizia il 9 novembre alle ore 19 con Oscar Farinetti che terrà una lezione dal titolo: Storia dei sentimenti umani, un ideale viaggio, dalla preistoria ai giorni nostri per individuare le positività e le negatività di ogni periodo storico.

Si prosegue il 17 novembre, alle 18.30, con Roberto Lancellotti e Stefano Proverbio.

Il 23 novembre alle 19 sarà la volta di Romano Prodi, che terrà una lezione dal titolo “Si è rovesciato il mondo! E poi?”

Ermal Meta sarà ospite della Fondazione il 30 novembre, alle 19, con un intervento intitolato “Le strade della parola”.

Domenica 2 dicembre, la Sindaca di Torino Chiara Appendino ci racconterà del valore del rispetto e della “sua” Torino, in dialogo con Oscar Farinetti, mentre sabato 8 dicembre lo scrittore Antonio Scurati terrà una lezione di taglio storico, ma anche letterario, incentrata sul suo ultimo libro (in vetta a tutte le classifiche) “M. Il figlio del Secolo” (Bompiani).

Giovedì 13 dicembre il celebre critico d’arte Vittorio Sgarbi terrà una lezione dal titolo “Leonardo Da Vinci, un genio”.

“Da Pinocchio a Masterchef” invece è il titolo della lezione di Antonio Pascale, che sarà a Fontanafredda sabato 15 dicembre alle ore 18.30.

Come sempre, per gli auguri di Natale, sarà ospite della Fondazione il giornalista e scrittore Aldo Cazzullo, che il 21 dicembre presenterà il suo ultimo libro “Giuro che non avrò più fame” (Mondadori).

Dopo la pausa natalizia, la Fondazione riapre il 17 gennaio con Mario Martone, che ci parlerà della sua carriera di regista teatrale e cinematografico.

Il 19 gennaio saranno invece David Parenzo e la moglie Nathania Zevi a tenere una lezione dal titolo “Maschio e femmina li creò (Gen 1, 26-28): una tipica coppia ebraica italiana si racconta e confronta su cibo, tradizioni e humor ebraico.”

Antonella Clerici, fresca della nuova esperienza di Portobello, arriverà in Fondazione sabato 26 gennaio, quando racconterà la sua lunghissima e solida carriera.

Mimmo Locasciulli, grande cantautore, sarà in Teatro sabato 2 febbraio, con una lezione dal titolo “Come una macchina volante” tratta dall’omonimo libro (Castelvecchi Editore).

Sabato 9 febbraio Enrico Rava – uno dei più grandi jazzisti italiani, con al suo attivo oltre sessanta dischi – ripercorrerà la sua lunga carriera artistica con una lezione dal titolo “Il mio jazz”.

La politica sarà di nuovo protagonista dell’incontro con Carlo Calenda, il 15 febbraio, che terrà una lezione dal titolo “Orizzonti selvaggi: capire la paura e ritrovare il coraggio.”

Si parlerà di grande vino mercoledì 20 febbraio, con un vero mito del settore, Piero Antinori.

Non poteva mancare anche un focus letterario, con approfondimento sulla vita di uno dei più grandi scrittori italiani. “Una vita con Eco” è infatti il titolo della lezione che Danco Singer – Direttore del Festival della Comunicazione di Camogli – e Gianni Coscia – fisarmonicista di fama mondiale – terranno venerdì 22 febbraio.

“Facciamo il punto: Tiriamo le somme… e le sottrazioni” è il titolo della lezione che terrà la sondaggista Alessandra Ghisleri venerdì 1 marzo, a pochi mesi dalle elezioni amministrative italiane ed europee.

Arturo Brachetti, il noto trasformista e “ciuffo più famoso d’Italia”, racconterà di sé e della sua carriera sabato 16 marzo.

Sabato 23 marzo si tornerà a parlare di politica e di informazione con Marco Travaglio, dal 2015 direttore de Il Fatto Quotidiano, protagonista di un incontro dedicato alle “Fake news sulle fake news”.

Corrado Augias arriverà poi in Fondazione venerdì 29 marzo, per tenere una lezione intitolata “Questa nostra Italia”, a partire dall’omonimo libro, edito da Einaudi.

L’Italia sarà anche protagonista dell’incontro “Prevenire la corruzione: migliorare si può e si deve” di sabato 6 aprile con il Presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone.

Nel corso del 2019 saranno inoltre fissati altri appuntamenti a sorpresa che comunicheremo in un secondo momento. Tra gli ospiti attesi, con data da definire, segnaliamo per ora Tito Boeri, Kasia Smutniak e Mara Maionchi.

Il ciclo di incontri terminerà, come da tradizione, il 25 aprile con la grande festa partigiana nel Bosco dei Pensieri di Fontanafredda.

La Fondazione riconferma anche quest’anno, dopo il successo delle scorse edizioni, una nuova stagione di laboratori didattici gratuiti per le scuole primarie della provincia di Cuneo e la rassegna di spettacoli per i bambini, a cura di Lara Quaglia.

Gli incontri sono gratuiti e per partecipare occorre prenotarsi tramite il sito www.fondazionemirafiore.it.