<-- fb verification -->

l “Popolo della Famiglia” del cuneese in udienza da Papa Francesco

Mario Campanella: "Un momento storico ed emozionante per il nostro partito"

Provincia. Il Popolo della Famiglia della provincia di Cuneo ha partecipato nella giornata di ieri all’udienza in San Pietro tenuta da Papa Francesco, che ha proseguito la catechesi sul comandamento “non uccidere”. Mercoledì scorso il Papa aveva avuto parole durissime contro l’aborto e la sua catechesi odierna è proseguita con la denuncia della cultura dello scarto oggi sempre più diffusa. Al termine dell’udienza Papa Francesco ha pubblicamente salutato la delegazione del Popolo della Famiglia presente sul sagrato, incontrando poi personalmente il presidente nazionale Mario Adinolfi per un breve colloquio prima di lasciare la piazza.

Al pomeriggio il Popolo della Famiglia ha vissuto la sua Assemblea nazionale, durante la quale si è costituito il Coordinamento nazionale di 220 delegati regionali, l’organo che dovrà fornire le indicazioni politico-programmatiche del partito per le prossime scadenze elettorali. Il Popolo della Famiglia cuneese sarà rappresentato in questo organismo da:
Antonia Bassignana (Savigliano)
Antonio Panero (Centallo)
Mario Campanella (Saluzzo)
Etta Giacosa (Alba)
Girolamo Mazzola (Alba)
Rita Ruffino (Canale)
Stefania Transunto (Fossano)
Guglielmo Giordano (Feisoglio).

“La giornata di oggi – sottolinea Mario Campanella, presente a Roma in rappresentanza dei Circoli PdF della Granda – è stata ricca di emozioni forti: dal saluto pubblico del Papa, accompagnato da un grande sorriso alla nostra delegazione, alla presa di coscienza di tutti i delegati che ormai il Popolo della Famiglia è una realtà consolidata e diffusa In tutta Italia. Da domani questa consapevolezza diventerà azione politica sul territorio, anche in previsione delle prossime scadenze elettorali”.