Quantcast

Intervista al dottor Ignazio Matranga dell’ospedale di Bra

Il medico ha ricevuto la Benedizione Apostolica di Papa Francesco e il Premio Solidarietà 2018

Bra. Il dott. Ignazio Matranga è nato a Palermo nel 1970, e lavora presso l’Ospedale di Bra – ASL CN2.

In questi giorni ha ricevuto il “Premio Solidarietà 2018” con le seguenti motivazioni: Un cittadino dotato di elevato senso civico, ha sempre dato prova di essere persona sulla quale si può contare in qualsiasi occasione, sia per quanto riguarda i rapporti umani che quelli professionali. 

Mentre, un mese fa ha ricevuto la Benedizione Apostolica di Papa Francesco, estesa a tutta la sua famiglia.

Dott. Matranga cosa ne pensa di Papa Francesco?
Uomo moderno, equilibrato, semplice ma di spessore. E’ un grande uomo di Dio!

Ha incontrato il Santo Padre?
No. Dovrei incontrarlo il 19 Dicembre 2018 in occasione dell’udienza generale del mercoledì, insieme a mia figlia Rachele con disabilità. Saranno momenti sicuramente indimenticabili, da vivere nel periodo natalizio, anche pensando di trovare in piazza San Pietro l’albero di Natale e il presepe.

Quindi, ogni giorno con sua figlia vive propria la solidarietà?
Vivo in primo luogo tutto l’amore di un padre premuroso, che assiste una figlia in difficoltà.

La sua situazione famigliare ha influito nel lavoro?
Penso, che sia sbagliato dire questo, in quanto diventa semplice per me capire il vero disagio di un paziente, e cercare di aiutarlo a superare quel momento della sua vita, con ogni terapia idonea.

Ricevere la pergamena cosa ha significato?
Un brivido forte, grande gioia, ho avvertito la mano del Santo Padre sulla mia testa, con viva benedizione rivolta a tutta la mia famiglia.