Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Inaugurata l’88ª Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba foto

Tantissimi i motivi di interesse e gli appuntamenti in programma nella kermesse che si concluderà il prossimo 25 novembre

Il riconoscimento Unesco “Creative City of Gastronomy”  conferito alla Città di Alba il 31 ottobre 2017, l’autostrada Asti-Cuneo ed il nuovo ospedale Alba – Bra sono stati i grandi temi dell’imponente cerimonia d’inaugurazione dell’88esima Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba,  iniziata nella sala “Michelangelo Abbado” del Teatro Sociale “Giorgio Busca” di Alba, venerdì 5 ottobre.

Un dialogo sul palco tra il sindaco di Alba Maurizio Marello, il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, l’ambasciatrice di Buona Volontà Unesco per le Città Creative Maria Francesca Merloni,  l’assessore al Turismo della città di Torino Alberto Sacco, il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale, il sindaco di Fabriano Gabriele Santarelli ed il vice sindaco di Pesaro Daniele Vimini, coordinati dal vice direttore del quotidiano “La Stampa” Luca Ubaldeschi.

«Abbiamo scelto di celebrare in questo modo l’inizio della Fiera 2018 per due ragioni – ha spiegato il sindaco Maurizio Marello – La prima perché volevamo festeggiare il secondo riconoscimento Unesco raggiunto dopo tre anni dal primo. Ci ha aperto ad un circuito internazionale con dei progetti davvero interessanti che spalancheranno ulteriormente il nostro territorio al mondo. Il secondo motivo è che volevamo che la Fiera fosse inaugurata dai sindaci italiani e di Langhe e Roero. Lo avevamo fatto nel 2013 per protestare contro la chiusura del tribunale. Oggi lo facciamo per ribadire che questo paese va avanti grazie ai territori, grazie agli amministratori locali, grazie a coloro che quotidianamente lavorano sul territorio con fatica senza mollare mai».

«Il 31 ottobre del 2017 Alba è stata nominata Città Creativa Unesco per la Gastronomia – ha ricordato Fabio Tripaldi assessore alla Cultura ed al Turismo del Comune di Alba – Da allora siamo entrati a far parte di un circuito di 180 città presenti in tutto il mondo. Nello statuto dell’Unesco, la parola “pace” viene ripetuta sette volte tra i principi fondamentali e un’ultima volta nel primo articolo. Una sfida ambiziosa. Noi daremo il nostro contributo anche per questo».

«La creatività – ha spiegato l’ambasciatrice di Buona Volontà Unesco per le Città Creative Maria Francesca Merloni – è un titolo che la città merita per la sua attenzione politica, umanitaria, culturale. La cultura è la forma che diamo alla creatività innata in noi. È necessario fare rete per mettere in comune il meglio che possiamo dare e fare nella gastronomia, nella musica, nel cinema, nell’artigianato per rendere le città vivibili per le persone».

Come da tradizione, l’inaugurazione della Fiera è stata anche quest’anno l’occasione per affrontare i grandi nodi aperti del territorio. Dell’urgente completamento dell’autostrada Asti – Cuneo e del fine lavori del nuovo ospedale Alba – Bra ha parlato il presidente della Regione Sergio Chiamparino che ha pure scritto al premier Giuseppe Conte per segnalare i problemi infrastrutturali nel nord Italia, compresi i 9 chilometri mancanti tra Alba e Cherasco.

Sul palco anche un momento di solidarietà dedicato a Genova colpita dal crollo del Ponte Morandi il 14 agosto scorso. Per questo, il sindaco Maurizio Marello  ha accolto il vice sindaco di GenovaStefano Balleari insieme a Nicola Alemanno sindaco di Norcia ancora ferita dal terremoto.

La cerimonia coordinata dall’assessore alla Cultura ed al Turismo del Comune di Alba Fabio Tripaldi si è aperta con gli interventi del presidente dell’Ente Turismo Alba Bra Langhe e Roero Luigi Barbero, del presidente della Fondazione Cassa Risparmio di Cuneo Giandomenico Genta e del presidente dell’Ente Fiera del tartufo Bianco d’Alba Liliana Allena. «Con grande entusiasmo e impegno siamo giunti all’inaugurazione della 88a Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, un grande contenitore di appuntamenti che è il risultato di una profonda sinergia con il nostro territorio – ha dichiarato Liliana Allena, presidente dell’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. – 88 è il numero delle edizioni di questa Fiera, 8 le settimane di eventi, ma 8 è anche il numero dell’infinito, come illimitate sono le sfide che ci poniamo quotidianamente. Sarà un’edizione straordinaria che alle esperienze enogastronomiche aggiunge una vasta offerta culturale, folcloristica e di intrattenimento pensata per un pubblico sempre più curioso e internazionale».

Dopo i dialoghi in teatro, il corteo con le personalità istituzionali ed i borghi è passato in piazza Risorgimento. Qui, lo scoprimento della targa “Alba City of Gastronomy”  apposta sulla parete del Palazzo comunale.  A svelarla è stata l’ambasciatrice Maria Francesca Merloni supportata dal Sindaco Maurizio Marello e dall’onorevole Alberto Cirio.

Foto di rito e poi il gruppo ha percorso via Vittorio Emanuele II fino ad arrivare nel Cortile della Maddalena per il  tradizionale taglio del nastro al “Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba e alla rassegna “Albaqualità””.

Il Mercato Mondiale del Tartufo è aperto ogni sabato e domenica dal 6 ottobre al 25 novembre, con  aperture straordinarie giovedì 1 e venerdì 2 novembre 2018.

La Fiera internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è  dal 6 ottobre al 25 novembre con u ricco calendario di appuntamenti, consultabili sul sito https://www.fieradeltartufo.org/.