Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ceva, i grandi campioni dello sci si sono raccontati nell’appuntamento Azzoaglio

Serata da tutto esaurito al Teatro Marenco tra storie ed emozioni

Ceva. Imprese, storie e aneddoti nella serata, da tutto esaurito, al Teatro Marenco di Ceva con il nuovo Appuntamento Azzoaglio intitolato “I Campioni del grande sci italiano si raccontano”. Sul palco i personaggi che hanno fatto la storia dello sci italiano: Claudia Giordani, Piero Gros e Gustav Thoeni. Durante l’incontro, voluto dal Banco Azzoaglio per valorizzare uno degli sport simbolo del territorio in cui opera l’istituto di credito, i tre campioni hanno ripercorso le gare, svelato curiosità degli allenamenti e accompagnato il numeroso pubblico nell’atmosfera di quegli anni, ricreata anche attraverso filmati dell’epoca, oltre che trofei e memorabilia, esposti all’ingresso del teatro, che gli appassionati hanno potuto ammirare e fotografare.

“Abbiamo invitato a Ceva tre personaggi simbolo dello sport invernale per eccellenza praticato sulle nostre montagne. Tanti bambini e giovani del territorio in cui viviamo si sono avvicinati allo sci sulle orme dei grandi campioni del passato” ha spiegato Erica Azzoaglio, amministratrice del Banco. “Grazie a questi storici campioni – ha aggiunto Simone Azzoaglio, anche lui amministratore del Banco – abbiamo rivissuto istanti che hanno segnato un’epoca contribuendo allo sviluppo dello sci di massa nelle nostre valli”.

Gli anni mitici della Valanga Azzurra e Rosa sono stati ripercorsi dai campioni che hanno reso grande lo sci italiano, alle cui imprese straordinarie si sono ispirate tutte le successive generazioni di sciatori. I tre ospiti sono stati stimolati dalle domande di Luca Giaccone, giornalista della rivista “Race Ski Magazine”, hanno svelato episodi vissuti durante le gare, parlato del rapporto con i tifosi, dei materiali e delle attrezzature utilizzate, delle loro vite di ieri e di oggi. Piero Gros: “Gareggiare per l’Italia era un grande valore aggiunto, una sfida continua”. Gustav Thoeni: “Le piste erano più difficili di oggi, meno regolari, ma erano forti i valori dello sport e il rispetto dell’avversario”. Claudia Giordani:”Noi ragazze non avevamo le stesse attrezzature e le stesse opportunità dei ragazzi e ricordo ancora l’emozione del primo allenamento con la squadra maschile”.

Tante le domande ai tre campioni dal pubblico che, a fine serata, ha potuto scattare foto e far firmare autografi alle leggende dello sci italiano.

Note sui campioni:

Piero Gros è stato uno dei protagonisti della Valanga azzurra, vincitore della Coppa del Mondo generale e della Coppa del Mondo di slalom gigante nel 1974, della medaglia d’oro di Sci alpino ai XII Giochi olimpici invernali Innsbruck 1976 (slalom speciale maschile) e di un argento e un bronzo iridati.

Gustav Thoeniè stato uno dei più grandi campioni di tutti i tempi dello sci alpino grazie alle 4 vittorie nella Coppa del Mondo generale (1971, 1972, 1973 e 1975), al secondo posto conquistato nel 1974, a cinque Coppe del Mondo di specialità e ai successi ai Mondiali e alle Olimpiadi. Come allenatore, ha guidato la nazionale italiana e per anni ha seguito personalmente Alberto Tomba, contribuendo ai suoi successi (tra i quali la vittoria della Coppa del Mondo, terzo italiano a riuscirci dopo lo stesso Thöni e Piero Gros).

Claudia Giordani è stata campionessa di sci alpino con una medaglia d’argento olimpica, iridata e vincitrice di tre gare di Coppa del Mondo, fu un’atleta di punta della nazionale italiana femminile degli anni settanta (la “Valanga Rosa”).