Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bilancio positivo per progetto alternanza scuola-lavorotra il Guala e il Comune di Bra foto

Sono state presentate le attività realizzate dagli studenti a partire dalla formazione su tematiche aziendali, in parte già conosciute dai futuri ragionieri in parte acquisite all’inizio dell’esperienza

Più informazioni su

Bra.  Il Comune nel corso dell’anno scolastico 2017/2018 ha promosso, in collaborazione con l’Istituto Guala, un progetto di Alternanza Scuola-Lavoro che ha coinvolto 14 studenti delle classi terze e quarte ragioneria. Gli studenti, dopo una formazione a cura degli operatori del servizio Informagiovani e Politiche Attive del lavoro, hanno somministrato, per conto del Comune di Bra, un questionario finalizzato ad approfondire la conoscenza circa i fabbisogni professionali delle realtà produttive locali, utile ad implementare iniziative di politiche del lavoro locali orientate a favorire la “buona occupazione”.

Il progetto pilota si è concluso con un bilancio positivo per tutti i soggetti coinvolti: questo è quanto emerso dal tavolo di discussione e confronto che è stato convocato lo scorso 9 ottobre al palazzo comunale di Bra, cui hanno partecipato l’assessore al bilancio Gianni Fogliato, ideatore del progetto, Elena Saglietti, responsabile del servizio Informagiovani e alcune associazioni di categoria coinvolte nella realizzazione del progetto.

Elena Saglietti ha presentato le attività realizzate dagli studenti, a partire dalla formazione su tematiche aziendali, in parte già conosciute dai futuri ragionieri in parte acquisite all’inizio dell’esperienza: “Dopo un’opportuna preparazione a cura degli orientatori del servizio Informagiovani i ragazzi hanno preso contatti con piccole e medie imprese della città di Bra per concordare un appuntamento e sono riusciti a somministrare i questionari per la rilevazione dei bisogni aziendali al 60% delle attività contattate presenti in città.

Certamente il loro lavoro era stato in precedenza annunciato dalle associazioni di categoria coinvolte nel progetto, tuttavia gli studenti hanno fornito prova di autonomia e capacità di organizzazione del lavoro”. Al tavolo di discussione e resoconto delle attività erano presenti alcuni docenti del Guala che si occupano di Alternanza Scuola-Lavoro e una rappresentanza degli studenti stagisti: “È stata per noi un’esperienza positiva – afferma Lucrezia Chiavassa della classe 4A – perché abbiamo appreso nuove conoscenze e ci siamo sentiti utili”.

Le fa eco la compagna Asia Barberis: “Inoltre, grazie agli operatori di Informagiovani che ci hanno coordinato, abbiamo lavorato in un clima positivo e costruttivo”. Afferma Sara Myzyri della 4D: “Con questa esperienza abbiamo conosciuto la realtà lavorativa che tra qualche anno dovremo affrontare”.

Più informazioni su