Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Un pannello monumentale celebrerà Scarnafigi “Città dei Formaggi”

L’opera, realizzata dal pittore Tore Milano, sarà presentata al consiglio comunale prima delle prossime festività natalizie

Scarnafigi.  I Consorzi di tutela dei formaggi Raschera Dop e Bra Dop in collaborazione con Tore Milano, pittore ed artista piemontese, particolarmente legato al territorio cuneese e alle tradizioni locali, hanno ormai terminato lo studio e la realizzazione di un’opera – un pannello monumentale, per la precisione – che sarà realizzata per celebrare Scarnafigi quale prima “Città dei Formaggi”. L’opera verrà presentata in anteprima al consiglio comunale di Scarnafigi e al Gran Maestro della Confraternita del Raschera, Ezio Basso; verrà poi donata alla città di Scarnafigi ed inaugurata in occasione delle prossime feste natalizie.

“Il soggetto dell’opera – dichiara Franco Biraghi, presidente dei due consorzi – resterà segreto fino alla presentazione al consiglio comunale. Al momento posso solo dire che questo progetto è nato anche grazie alla collaborazione e all’aiuto dell’assessore regionale all’Agricoltura Giorgio Ferrero che ha sempre creduto in queste due grandi eccellenze del nostro territorio: il Bra e la Raschera. Un grazie va anche al contributo di idee fornito dalla ‘Confraternita della Raschera’ e dal Comune di Frabosa Soprana e alla volontà ed intraprendenza dei quattro caseifici della Città dei Formaggi”.

“Associare le nostre eccellenze gastronomiche con il territorio è uno strumento di grande importanza per valorizzare i nostri prodotti, ma anche il luogo in cui si producono – commenta l’assessore regionale all’Agricoltura, Giorgio Ferrero -. Bra e Raschera sono due Dop eccezionali che danno lustro alla qualità dei caseifici della provincia Granda. Ben vengano, dunque, tutte le iniziative di promozione che possano dare ulteriore rilievo e visibilità a questi prodotti, unici nel panorama gastronomico cuneese”.

“Un progetto che dev’essere apprezzato da tutti i punti di vista – dice ancora Ezio Basso Gran Maestro della Confraternita della Raschera -. Come Confraternita ci rendiamo disponibili a contribuire alla realizzazione dell’opera poichè tra i nostri scopi c’è anche quello di valorizzare i prodotti della nostra terra di produzione. La collaborazione rappresenta un ulteriore momento di unione tra i due consorzi”.

“Un’opera che fungerà senz’altro da ennesima cartolina di questa provincia, un ulteriore tassello che anche a livello turistico non potrà che far bene a questi prodotti – conclude Paolo Bongioanni, direttore Atl Cuneo -. Storicamente il consumo di formaggio delle nostre valli non è mai stato spinto molto a livello turistico. Il formaggio è il classico prodotto da take-away per un turista, da prendere e portare a casa con tutte le sue varietà. Prossimamente presenteremo la guida sui prodotti e i piatti tipici delle valli cuneesi. Un progetto nuovo che come Atl abbiamo preparato e in cui vengono ovviamente citati il Bra e la Raschera, quali simboli del turismo enogastronomico locale”.

SCARICA IL COMUNICATO IN WORD E LE FOTO