L’augurio della Provincia per l’inizio del nuovo anno scolastico

L’intervento della consigliere provinciale delegata Milva Rinaudo

Cuneo. “A pochi giorni dall’inizio del nuovo anno scolastico voglio inviare un saluto e un augurio di buon lavoro a tutti i protagonisti del mondo formativo, a nome del presidente della Provincia Federico Borgna e di tutto il Consiglio provinciale e mio personale, avendo la delega in questo specifico settore”. Così il consigliere provinciale Milva Rinaudo, con delega all’Istruzione e all’Edilizia scolastica, si è rivolta agli studenti, alle loro famiglie e agli operatori della scuola per trasmettere il saluto della Provincia all’inizio delle attività didattiche.

“Mi rivolgo a tutti gli attori di questo importante settore della nostra società – continua Rinaudo – ed in primis agli studenti affinché sappiano cogliere ciò che gli viene offerto plasmandolo sulla loro identità e personalità, fatta di interessi e passioni. Vi auguro di trovare quello che state cercando e di cogliere le grandi opportunità che vi vengono proposte per avere cittadini attivi, capaci e pensanti, che sanno sognare ed avere una visione del futuro che meglio immaginate. Date il meglio in ciò in cui vi sentite più vicini, date il meglio per essere realmente una società unita e coesa. Perciò cari ragazzi non sprecate il tempo, “usate” bene e fino in fondo la scuola, servitevene per la vostra persona, per comprendere meglio la realtà che vi circonda e per costruire relazioni con gli altri. Impegnatevi e studiate in modo serio, siate protagonisti delle avventure del sapere e vedrete che la nostra scuola sarà più bella. Abbiate sempre un atteggiamento positivo e costruttivo nei confronti di tutto e di tutti, avendo fiducia in voi stessi e nelle istituzioni. Una scuola migliore parte da voi, perché, come ricordava Martin Luther King: “Può darsi non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non farete nulla per cambiarla”. Abbiate perciò il coraggio di volare e di osare”.

“A tutti gli operatori della scuola dai dirigenti, agli insegnanti, al personale Ata; ringrazio per il prezioso lavoro che fate, per l’autorevolezza che sapete dimostrare nel portare avanti il difficile compito che vi é stato affidato. Saper trasmettere, oltre alle preziose conoscenze, anche i grandi valori che stanno alla base della nostra democrazia é la vostra e nostra sfida. L’apertura del nuovo anno scolastico è un momento emozionante, importante e intenso, perché trasmette fiducia nel futuro di cui tutti voi, che ogni giorno vivete la preziosa avventura dell’educazione e della formazione, siete protagonisti. È, al tempo stesso, occasione per riflettere sull’importante ruolo che la scuola è chiamata a svolgere nella società contemporanea. Quando si parla della scuola si parla del destino del nostro Paese, delle speranze e delle aspirazioni di migliaia di famiglie, di ragazzi che contribuiranno, attraverso il loro personale cammino, all’Italia di domani. Non c’è futuro senza una scuola che sia all’altezza di questo compito, come avevano capito benissimo i nostri costituenti. La scuola, disegnata nella nostra Costituzione, è un luogo per tutti, un organo vitale della democrazia, perché serve a risolverne il problema centrale della formazione dei cittadini, aperta e sempre rinnovata dall’afflusso verso l’alto degli elementi migliori della società, come ci ricorda l’art. 34 della nostra Carta”.

“A voi insegnanti, che accompagnate i nostri ragazzi alla scoperta del nostro patrimonio letterario,storico, matematico, scientifico, geografico, filosofico, artistico, linguistico, pedagogico ed etico, auguro che le vostre competenze e fatiche possano essere ben ripagate.Di fronte alla crisi educativa che oggi più che mai si fa sentire, è importante il nostro e vostro impegno e la ricerca. Un saluto a tutto il personale non docente cui rivolgiamo il ringraziamento per la loro attività di supporto e di collaborazione, indispensabile affinché ogni istituto scolastico possa funzionare, offrendo le condizioni di un ambiente favorevole allo studio”.

Il testo della consigliere provinciale Rinaudo si conclude così: “Molte sono le difficoltà che l’amministrazione che ho l’onore di rappresentare deve affrontare, ma assicuro che sempre sarà prioritaria la scuola, intesa come comunità di persone che guardano ad un bene comune fondamentale: il successo formativo dei nostri ragazzi , il nostro futuro.  La scuola è un sistema che necessita di risorse certe, oltrechè del sostegno delle istituzioni e la Provincia di Cuneo ha messo in campo tutte le risorse disponibili, l’impegno e l’attenzione necessari a garantire la sostenibilità e la qualità dei servizi scolastici di propria competenza. In particolare, molti sforzi sono stati rivolti per garantire la sicurezza degli edifici scolastici e per assicurare un servizio all’altezza efficace ed efficiente. Un ringraziamento particolare a tutti gli operatori del settore del l’edilizia scolastica, dal Dirigente a tutti i singoli funzionari e gli ormai pochissimi preziosi operai. Ringrazio in modo particolare la Dirigente ufficio scolastico provinciale dott.ssa Maria Teresa Furci che dimostra una partecipazione reale e concreta nella ricerca delle soluzioni dei problemi e per la visione che ha della scuola. .A tutti voi indistintamente, giunga infine l’augurio di un buon anno scolastico, che – se affrontato responsabilmente, con tenacia e determinazione – sono certa porterà a ognuno di noi  grandi soddisfazioni! Mi auguro che ci possano essere occasioni di confronto con tutti voi attraverso le modalità che sarà possibile concordare nella programmazione di tutti gli interventi necessari. Servono contributi competenti e validi e da questo si può ripartire”.

Milva Rinaudo