Ciaburro (FdI) su Genova: “Governo non abbandoni territorio a transito incontrollato”

La valle Stura ed i suoi abitanti non possono sostenere ancora un aumento dei TIR e delle auto sulla SS 21

“La tragedia del crollo del ponte Morandi a Genova, con il conseguente blocco della viabilità su quell’importante snodo autostradale, creerà sicuramente un aumento esponenziale del transito dei TIR sia sul colle della Maddalena sia sul colle del Monginevro” è quanto denuncia Monica Ciaburro, sindaco di Argentera e deputato di Fratelli d’Italia.

“Come ha ben evidenziato – prosegue Ciaburro – in una nota inviata al competente ministro dei trasporti francese il deputato del dipartimento Hautes Alpes e sindaco di Argéntieré la Bessèe, non lontano da Briançon, Jöel Giraud, è immaginabile un considerevole aumento dei transiti. Diviene pertanto urgentissimo che il ministro Toninelli, che provvederó quanto prima a coinvolgere con la dovuta interrogazione, solleciti l’ANAS affinché i lavori per le circonvallazioni di Demonte ed Aisone abbiano inizio il più presto possibile.

“La valle Stura ed i suoi abitanti – conclude l’onorevole cuneese – non possono sostenere ancora un aumento dei TIR e delle auto sulla SS 21. È arrivato il tempo – conclude Ciaburro – che il Governo faccia subito ciò che deve, affinché un intero territorio non venga abbandonato ad un transito incontrollato”.