Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Per i Sindaci troppe responsabilità (e poche risorse)”

Antonio Panero (Popolo della Famiglia): “Non possiamo delegare tutto ai Primi Cittadini”

“Apprezziamo il tentativo di “semplificare”, ma siamo preoccupati per l’ulteriore carico di responsabilità che graveranno sui Sindaci”: queste le parole di Antonio Panero, vice-Sindaco di Centallo e referente per i rapporti con la Pubblica Amministrazione del Popolo della Famiglia di Savigliano Saluzzo Fossano, a commento della recente Direttiva del Ministero dell’Interno per l’organizzazione e la sicurezza della manifestazioni pubbliche”.

“La normativa – ha continuato il Dirigente del PdF – prevede infatti che, in nome “dell’approccio flessibile della gestione del rischio”, “l’iniziativa spetta all’organizzatore, che invierà al Comune, con congruo anticipo rispetto alla data dell’evento, l’istanza corredata dalla documentazione”. Sarà poi il Sindaco che, ad eccezione di eventi di pubblico spettacolo, potrà rilasciare l’autorizzazione indicando le misure di sicurezza”.

“Il Popolo della Famiglia – ha concluso Panero – è consapevole della delicatezza del problema ed apprezza lo sforzo del Ministero nel semplificare la procedura; sottolinea però che la nota non tiene conto delle dimensioni dei Comuni e delle diverse capacità strutturali ed organizzative. A prescindere dalla collaborazione delle Prefetture, lascia tutto l’onere sulle spalle del Sindaco, anche con il rischio di creare situazioni disomogenee fra comuni limitrofi per medesimi eventi. Una prevedibile conseguenza potrebbe addirittura essere una diminuzione delle manifestazioni, soprattutto nei centri minori, con relativo aumento del divario fra piccole e grandi realtà”.