Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Da si nojautri bogioma nen”: oggi è la festa del Piemonte e dei piemontesi

Il 19 luglio 1747, l'esercito sabaudo, composto da soli 13 battaglioni, riuscì a sconfiggere i 32 dell'esercito francese

Auguri al nostro Piemonte e a tutti noi piemontesi. Oggi, 19 luglio, è la festa della nostra regione, ma non tutti conoscono il motivo di questo anniversario.

Il 19 luglio 1747, infatti, l’esercito piemontese sconfisse l’armata francese sul colle dell’Assietta, all’epoca chiamato “Col de l’Assiette”, poiché la lingua usata a quei tempi nella nostra regione era il francese. L’esercito sabaudo, composto da soli 13 battaglioni, riuscì a sconfiggere i 32 dell’esercito d’oltralpe.

Al grido “Da si nojautri bogioma nen” (Da qui noi non ci muoviamo), i militari piemontesi resistettero sul colle al fine di chiudere il confine per non far passare l’invasore francese, che tre anni prima, provò ad assediare senza riuscirci la città di Cuneo, poiché venne battuto nella grande battaglia di Madonna dell’Olmo.

Come venne scritto nella “Chanson de l’Assiette”:
“Pourquoi venir, Français,
Nous enlever l’Assiette?
N’y en a-t-il pas a Paris
De plus jolies qu’ici?
Nous n’avons que cell’ ci
Et vous vouliez la prendre!
Mais nous, pour le défendre,
Nous l’avons rechauffée
Pour vous brûler le nez”.

“Perché voi francesi venite a prenderci l’Assietta? Non ce n’è a Parigi di più belle rispetto a qui? Noi abbiamo solo questa, e voi volete prendercela! Ma noi siamo qui a difenderla, noi l’abbiamo riscaldata, per bruciarvi il naso!” 

 

(Foto di strillo: miglioverde.eu)