Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cervere, dopo la palestra il Comune cerca il bis nell’edilizia scolastica

Più informazioni su

La scuola si conferma al centro delle strategie comunali per le opere pubbliche a Cervere. La Giunta di Palazzo civico ha infatti approvato una proposta di aggiornamento al programma annuale e triennale degli investimenti che sarà portata in Consiglio, per il voto definitivo, nella giornata di questo giovedì.

La voce più sostanziosa di questa integrazione riguarda infatti i 680.000 euro quantificati per il progetto definitivo volto alla riqualificazione energetica e di adeguamento agli standards antisismici dell’edificio, di proprietà del Comune, ospitante la scuola primaria elementare Fratelli Vernassa.

Gli elaborati progettuali, affidati agli ingegneri Diego Paschetta e Fabio Fina e approvati in linea tecnica dall’Amministrazione, sono allegati alla richiesta della Città di Cervere di essere inserita nella selezione pubblica, indetta dalla Regione Piemonte in base alle direttive ministeriali, per ottenere i finanziamenti previsti a favore dell’edilizia scolastica in aggiornamento ai programmi locali dei lavori pubblici.

“In una fase di finanza pubblica nella quale le risorse più importanti provengono dai bandi e dalle selezioni pubbliche regionali e ministeriali – dichiara il Sindaco, Corrado Marchisio – siamo orientati a proseguire sulla linea virtuosa degli investimenti nel settore delle infrastrutture scolastiche, dove è stato finora possibile ottenere una serie di storici risultati a beneficio dell’intera comunità cerverese, come è stato nel caso della nuova Palestra inaugurata nello scorso mese di marzo. Il progetto che abbiamo approvato in linea tecnica non rappresenta alcun vincolo finanziario per il Comune, poiché esso è finalizzato, doverosamente, a cogliere la grande possibilità di partecipare al bando della Regione Piemonte, dunque ogni successivo sviluppo sul piano tecnico e operativo sarà subordinato sia alla concessione del finanziamento, sia all’entità e alla consistenza dello stesso. Speriamo di poter iniziare il prossimo anno scolastico con una nuova bella notizia”.

Più informazioni su