Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Inaugurata la sede Confagricoltura di Mondovì

Più informazioni su

“In sei anni abbiamo rinnovato tutte le nostre sedi principali presenti sul territorio dotandole di spazi adeguati e servizi sempre più in linea con le richieste e le esigenze delle aziende agricole e dell’utenza. è motivo di grande orgoglio, quindi, poter inaugurare questi nuovi uffici di Mondovì, che si inseriscono nel percorso di ammodernamento delle strutture sul territorio intrapreso dalla Confagricoltura per adempiere al principale obiettivo di tutelare l’impresa agricola chiamata a competere su mercati sempre più complessi. Le realtà agricole della Granda hanno intrapreso un percorso di crescita importante, ma restano di dimensioni medie inferiori rispetto a quelle di altri paesi del mondo; dobbiamo dunque continuare a investire in qualità, tecnologia e innovazione”. Sono le parole pronunciate dal presidente di Confagricoltura Cuneo, Enrico Allasia, durante l’inaugurazione della nuova sede della Confagricoltura di Mondovì, in viale Vittorio Veneto 17F, che si è svolta oggi – sabato 12 maggio. Al tradizionale taglio del nastro, anticipato dalla benedizione solenne di don Egidio Motta, hanno preso parte i Consiglieri dell’Unione, il sindaco di Mondovì Paolo Adriano, i parlamentari cuneesi Fabiana Dadone, Enrico Costa e Mino Taricco, il consigliere della Provincia di Cuneo, Rocco Pulitanò, i consiglieri della Fondazione CRC, Massimo Gula e Elvio Chiecchio, molti rappresentanti di enti e associazioni cittadine, operatori del settore e, soprattutto, numerose imprese agricole della zona.

“Solitamente l’inaugurazione segna un nuovo inizio, ma nel vostro caso è anche la conferma dell’ottimo lavoro portato avanti in questi anni – ha dichiarato Paolo Adriano rivolgendosi ai rappresentanti di Confagricoltura –. Anche contando sulla proficua collaborazione con il Comune, l’auspicio è che l’associazione e l’agricoltura monregalese possano continuare a crescere per valorizzare al meglio le tante eccellenze di questo territorio”.

“Da anni il numero delle imprese agricole è in calo anche nella nostra provincia, ma questo è il risultato di un trend naturale che sta portando le realtà agricole ad aggregarsi e ad aumentare le loro dimensioni, strutturandosi sempre meglio –  ha sottolineato Roberto Abellonio, direttore provinciale di Confagricoltura Cuneo –. Il settore primario nel Monregalese dispone di un’importante varietà di offerta e di un dinamismo che gli consente di cogliere le nuove opportunità che l’agricoltura oggi è in grado di offrire”.

“Questa sede è frutto di una profonda ristrutturazione, pensata per creare ambienti pienamente rispondenti alle esigenze che la nostra attività richiede a favore degli associati e di tutti gli utenti dei nostri servizi, dal Patronato al CAF – ha concluso Valter Roattino, direttore della Confagricoltura zona di Mondovì -. Io e i miei collaboratori siamo ben consci che questo non è un punto di arrivo, ma un punto di partenza con il quale dobbiamo affermare e rafforzare il ruolo che Confagricoltura riveste nel rappresentare l’agricoltura provinciale e non solo”.

Terminati gli interventi di rito, la mattinata di festa si è conclusa con un benaugurante aperitivo finale. Gli uffici di Confagricoltura a Mondovì sono aperti al pubblico con orario invariato: dal lunedì al sabato, dalle 8,30 alle 12,30, il martedì e il mercoledì anche il pomeriggio dalle 14,30 alle 17,30. Non sono cambiati neppure i recapiti per comunicare con gli operatori (Tel: 0174/42071 E-mail o mondovi@confagricuneo.it).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuneo24, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.