Ad Alba la Festa ‘d Magg: “Borgo Piave Music show”, street food e tanto altro

Più informazioni su

Venerdì 25 maggio ad Alba va in scena la Festa ‘d Magg 2018, nata grazie alla collaborazione tra i commercianti di via riuniti nel sodalizio Albauno aderente all’A.C.A., il Comitato di Quartiere Piave e il Borgo del Fumo: l’evento è diventato un appuntamento consolidato sia per il quartiere, sia per un pubblico assiduo che arriva anche da fuori città per partecipare alla ricca animazione.

Un filo conduttore musicale – Il leit motiv di quest’anno sarà il grande Borgo Piave Music Show, realizzato in collaborazione con l’emittente locale Radio Alba, uno spettacolo inedito per il quartiere, che unirà le esibizioni di cantanti selezionati dalla radio – cover pop – alla musica dal vivo con ragazzi giovanissimi che proporranno rap ma anche una band esordiente ferrata in cover jazz e swing ed autrice di brani propri.

Lungo il corso, dall’intersezione con via Rossini e fino a strada Cauda, saranno dislocate numerose attrazioni, molto diverse fra loro: si va dalle dimostrazioni di ballo, ai giochi medievali, ai protagonisti di arte varia che stupiranno con originali esibizioni, mentre i giovanissimi potranno divertirsi assistendo alle evoluzioni dell’hip hop e dello skateboard.

Il tutto, accompagnato dallo street food, un modo di tendenza per gustare prelibatezze passeggiando: dalla pizza, alle salsicce, alle frittelle, arancini, alla caponata di verdura, il “cuoppo” fritto. Una postazione specifica sarà dedicata agli amanti della birra.

Per gli appassionati delle vecchie quattro ruote, torna il raduno di auto d’epoca con il gruppo Alba Motor Story insieme all’esposizione delle Fiat 500 nei pressi della chiesa del Divin Maestro.

A partire dalle ore 17.00, presso l’area verde “Maestri del Lavoro” avrà luogo per i più piccoli “Spettacolorando – La vera storia di Cappuccetto Rosso” ed il laboratorio di arti visive. Anche i truccabimbi saranno della partita, mentre i più scatenati potranno accedere ai divertenti giochi gonfiabili.

Per l’occasione i negozi potranno rimanere aperti fino alle ore 23.00.

Alessandro Boffa, presidente di Albauno, aderente all’Associazione Commercianti Albesi: «L’appuntamento è collaudato e riconoscibile, frequentato dal pubblico albese ma anche dal circondario, e vanta una buona partecipazione dei commercianti del corso. Ringraziamo l’Amministrazione comunale per il grande aiuto sul tema della sicurezza, in particolare l’assessore al Commercio Massimo Scavino per il contributo economico relativo alle nuove incombenze di legge».

Leopoldo Cane, presidente del Comitato di Quartiere Piave: «Ci auguriamo che la festa possa rinsaldare sempre più gli animi, affinché il quartiere Piave diventi un luogo dove tutti si incontrano e lavorano per il bene comune. Speriamo che il meteo sia clemente e favorisca la riuscita di un evento al quale crediamo molto. È importante che lo sforzo corale, che necessita della massima partecipazione possibile da parte di tutti, conferisca tono e visibilità al quartiere e al corso».

Marita Marolo, presidente del Borgo del Fumo: «È una festa del borgo, quindi auspico che i primi a partecipare siano proprio gli abitanti. Dobbiamo essere consapevoli che corso Piave è un’arteria di passaggio e questo momento significa, per una volta, fermarsi tutti insieme, assaporare la compagnia e gli eventi organizzati, condividere momenti di spensieratezza. Il Borgo, come sempre, farà la propria parte con i giochi medioevali, sempre attraenti e spettacolari».

Più informazioni su