Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tra Parrocchia e Avis il lungo weekend sociale di Bcc Cherasco a Bra

Più informazioni su

Fidarsi è bene: “Soprattutto, è bene fidarsi dei progetti attraverso i quali i giovani esprimono la propria creatività nei vari campi artistici, sportivi e sociali; progetti con cui una Banca locale, contribuendo a sostenerli, investe nel fattore più strategico di cui dispone, vale a dire il territorio costruito dalle generazioni precedenti e animato dalle nuove con fantasia, talento e approccio volontaristico”. Con queste parole l’avvocato Alberto Rizzo è intervenuto in rappresentanza della BCC di Cherasco di cui è Vicepresidente, portando un collegiale saluto alla platea di giovani e famiglie questo sabato mattina nel centro Polifunzionale “G. Arpino”, dove si è celebrata l’iniziativa appunto denominata “Fidarsi è bene” voluta dal Parroco Don Giorgio Garrone, moderatore dell’Unità pastorale 50 (Bra, Bandito, Sanfré) e patrocinata anche dal Comune di Bra, sebbene quest’ultimo fosse presente soltanto con il proprio assessore Gianni Fogliato.

L’appuntamento plenario del 24 ha di fatto aperto un weekend sociale assai intenso per l’Istituto creditizio cheraschese, in veste di sponsor sia del progetto pastorale, relativamente al concorso per Giovani Band e Gruppi musicali emergenti, sia della Festa sociale dell’Avis di questa domenica e nella quale il contributo bancario ha beneficiato la realizzazione dei calendari “prezioso strumento divulgativo della mission degli amici Donatori del sangue”.
“Una Banca come BCC è per propria indole giovane nello spirito, perché attenta alle innovazioni che provengono dalla società, dall’associazionismo e dall’economia, e perché un progetto che magari nasce come espressione artistica o di volontariato può creare le condizioni per offrire opportunità professionali e lavorative per le persone in esso coinvolte. In questo caso – ha proseguito il Vicepresidente Rizzo – tutti dobbiamo essere grati al lavoro stupendo e senza sosta di Don Giorgio, con l’auspicio che esso possa vedere in futuro una presenza e una partecipazione ancora più forte e numerosa di tutte le Istituzioni locali”.
Fin da subito, e precorrendo l’altro grande evento di domenica, “il nostro grazie va con tutto il cuore al presidente Avis di Bra Armando Verrua, su invito del quale avrò il sommo piacere di portare un saluto di apertura alla festa di questa fondamentale Associazione con cui la nostra Banca è onorata di collaborare”. Il convivio Avisino si svolgerà prima nella chiesa di frazione Macellai in Pocapaglia, poi al ristorante Porta delle Langhe in località casello a Cherasco per il pranzo sociale. “Sarà anche l’occasione – conclude Rizzo – per esprimere le mie personali e più vive congratulazioni di tutti i partecipanti al presidente Verrua per la recentissima solenne onorificenza nazionale di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana comunicatagli, per il tramite del Prefetto di Cuneo S.E. Giovanni Russo, dal Capo dello Stato Onorevole Sergio Mattarella. Un riconoscimento che esprime al livello più alto e rappresentativo l’apprezzamento corale per l’opera sociale svolta, anche qui in maniera instancabile, dall’amico Armando”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuneo24, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.